Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 19 Agosto - ore 16.18

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Discariche nel Magra, finalmente si scava

Primi dodici siti sotto esame. Ruspe al lavoro ad Arcola, Tinfena: "Passo avanti importante".

Risultati attesi a fine anno
Discariche nel Magra, finalmente si scava

Sarzana - Val di Magra - Sono attesi a ridosso di Natale o al massimo a inizio anno i risultati dei campionamenti nelle dodici discariche ritenute più a rischio fra le 43 censite lungo il fiume Magra. Un intervento che in questa prima fase, concordata con Parco e Regione Liguria, riguarderà cinque comuni che da tempo ricevono segnalazioni dai cittadini e comitati sul riaffiorare di siti pieni di rifiuti, in particolare quelli riportati alla luce dall'erosione delle sponde. Da ieri le ruspe sono operative nel tratto arcolano fra il lago Valdarena e il sito Saras, dove resteranno fino al termine della settimana per consentire lo svolgimento dei carotaggi necessari e permettere ai tecnici di Arpal di prelevare il terreno che poi sarà analizzato in laboratorio. Poi sarà la volta di Sarzana, Vezzano, Santo Stefano e Lerici mentre al termine dei prelievi sarà necessario almeno un mese per analizzare tutti i campioni e valutare l'eventuale presenza di sostanze tossiche. Passaggi propedeutici agli interventi di bonifica che saranno pianificati dalla Regione quando il quadro sarà più chiaro.

“Si tratta di un passo importante verso la risoluzione di un problema vecchio di quarant'anni – sottolinea Gianluca Tinfena, assessore all'ambiente di Arcola – ormai da due anni noi abbiamo avviato in autonomia un percorso. Sono stati effettuati i primi interventi di rimozione di fusti interrati negli anni Ottanta a Battifollo, e la mappatura di altri siti potenzialmente inquinanti. E' necessario andare avanti su questa strada – osserva – è giusto che una situazione che riguarda undici comuni in totale venga risolta passo dopo passo con tenacia e coraggio”.
Un impegno che l'amministrazione arcolana ha portato avanti anche sul fronte delle minidiscariche chiudendo i varchi diretti agli argini e cercando di contrastare l'abbandono di rifiuti da parte di chi sfrutta ogni piazzola possibile per lasciare detriti e spazzatura. Incivili che in più di un'occasione sono stati rintracciati e multati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia




























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News