Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 21 Maggio - ore 12.51

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Digestore, c'è il progetto. E sarà inchiesta pubblica

Ok in Regione al percorso partecipato, che procederà in parallelo alla Valutazione di impatto ambientale.

"Impianto indispensabile"

Sarzana - Val di Magra - La giunta regionale, su richiesta dell’assessorato all’Ambiente, avvierà l’inchiesta pubblica sul biodigestore che sarà realizzato nella provincia della Spezia, verosimilmente o in località Saliceti o a Boscalino (sito menzionato del Piano rifiuti approvato dalla Provincia e accolto dalla Regione). L’impianto si occuperà di trattamento e recupero della frazione umida con produzione di compost di qualità e biometano sostenibile avanzato.

"Il progetto dell’impianto - si legge nella nota diramata dalla Regione -, indispensabile per la chiusura del ciclo dei rifiuti organici nello spezzino, è stato presentato da Recos nei giorni scorsi, e gli uffici di Regione Liguria hanno avviato la procedura di VIA, Valutazione di impatto ambientale, all’interno della quale verranno presi in considerazione gli esiti e le risultanze della stessa inchiesta pubblica, che procederà in parallelo all’istruttoria della VIA".

Al contempo la Giunta regionale, nella seduta di oggi, ha approvato le modalità di svolgimento delle stesse inchieste pubbliche, cioè quelle procedure di trasparenza e di dibattito su progetti di rilevanza per la collettività che coinvolgono, appunto, portatori di interesse e cittadini, che grazie a questo strumento possono valutare i progetti, proporre istanze e sollevare interrogativi. Nella delibera approvata oggi sono state individuate le modalità operative, nell’ottica dell’arricchimento del processo decisionale, della semplificazione amministrativa, dello snellimento delle procedure e della definizione di ruoli e tempi.

Le modalità di svolgimento dell’inchiesta pubblica prevedono quindi, tra le altre, che essa possa essere richiesta dalla Giunta, dal Consiglio regionale, da un insieme di consigli comunali che rappresentino almeno 20mila persone o da 3 associazioni riconosciute ai sensi dell’articolo 18 della legge 349 del 1986. Inoltre, è previsto che il presidente dell’inchiesta pubblica venga nominato dal dirigente del settore competente la Via, scelto tra soggetti di comprovata competenza e professionalità. Lo stesso presidente si occupa delle fasi dell’inchiesta pubblica, garantendo almeno due incontri aperti al pubblico nel Comune dove è localizzato il progetto oggetto dell’inchiesta. Il presidente può avvalersi di un Comitato di inchiesta.

Oltre a questo, il rapporto finale sull’inchiesta pubblica, contenente eventuali proposte alternative, varianti progettuali, indirizzi e prescrizioni scaturite dal dibattito, oltre ad essere acquisito nell’ambito della Via, dovrà essere pubblicato sul sito web della Regione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia




























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News