Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 23 Marzo - ore 16.11

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Daspo e lotta al bullismo nel nuovo regolamento di Polizia Urbana

Pronte le 50 pagine dello strumento che entro poche settimane andrà a sostituire l'attuale documento in vigore dal 1974. Torri e Franzini: "Lotta ai 'terribili' e funzione educativa". Ponzanelli: "Regolamento al passo con i tempi".

proposta inizia l'iter amministrativo
Daspo e lotta al bullismo nel nuovo regolamento di Polizia Urbana

Sarzana - Val di Magra - E' pronto per intraprendere il percorso istituzionale che prevede il passaggio in commissione e poi in consiglio comunale il nuovo regolamento di Polizia Urbana di Sarzana. L'assessore alla sicurezza Torri e il Comandante Franzini questa mattina ne hanno anticipato alcuni contenuti nella sede della Polizia Locale dove entrambi lavorano quotidianamente fianco a fianco. Il documento, che l'amministrazione auspica di poter approvare il prima possibile (forse già entro un mese) andrà così a sostituire quello attualmente in uso e datato 1974.

“I 45 anni di questo regolamento a disposizione degli operatori – ha esordito Torri – spiegano subito i motivi di un vuoto legislativo al quale era necessario porre rimedio. Quelli erano tempi diversi in cui non si parlava di sicurezze né di degrado, problemi che oggi sono attualissimi. Abbiamo così deciso di riscriverlo affrontando tutte le tematiche”.
Il risultato – prima dei due già citati passaggi – parla di cinquanta pagine pensate per stabilire regole che dovranno essere rispettate o che, ora, potranno essere contestate ai trasgressori dalle forze dell'ordine e dalla polizia locale. Ovviamente molti sono gli aspetti della quotidianità e della civile convivenza che vengono ricompresi nel testo tra cui misure a tutela della sicurezza e del decoro urbano e nell'esercizio delle attività lavorative, l'esposizione di merci e oggetti fuori dagli esercizi commerciali o in area pubblica, la distribuzione di volantini e opuscoli, la quiete pubblica, l'occupazione per manifestazione e varie attività. Tra le novità principali quanto previsto all'articolo 11 bis "Misure a tutela della sicurezza e del decoro urbano di particolari luoghi" che introduce il Daspo Urbano aggiornato alle novità del Decreto Sicurezza: si tratta di una 'misura di allontanamento interdittiva dell'accesso comminata a chi ponga in essere condotte in violazione a norme legislative regolamentari e ordinatorie, che impediscano l'accessibilità e la fruizione degli spazi pubblici quali il centro storico, i parchi pubblici, le aree verdi, i complessi scolastici i parcheggi, le casse automatiche, le intersezioni semaforiche, i locali notturni, gli esercizi pubblici, le strutture recettive e le relative strade d'accesso'.

Altra novità è quella prevista dall'art.29: il divieto su tutto il territorio di 'vendita per asporto di bevande poste in contenitori di vetro da parte degli esercenti le attività di somministrazione al pubblico di alimenti e bevande, nonché degli artigiani autorizzati alla vendita di bevande, dei gestori di stabilimenti balneari, dei titolari di autorizzazione, di tutti gli esercizi di commercio al dettaglio di vicinato ed esercizi di commercio al dettaglio medie e grandi strutture di vendita, nelle ore notturne dalle ore 22 alle ore 8,00 del giorno successivo di tutti i giorni dell’anno'.

Molto dettagliata anche la parte dedicata agli animali che stabilisce norme per la tutela, custodia e detenzione dei cani e la loro conduzione che prevede siano sempre condotti al guinzaglio. Infine anche il bullismo entra a far parte del nuovo Regolamento di Polizia Urbana con 'il divieto all'interno degli istituti scolastici e delle loro pertinenze, nelle proprietà dell'amministrazione comunale di Sarzana nonché in tutte le aree pubbliche e all'interno dei veicoli del trasporto pubblico di infastidire, mediante atteggiamenti di prepotenza, intimidatori e verbalmente aggressivi, gli studenti e i cittadini'. E poiché il bullismo può costituire pregiudizio per la sicurezza urbana e per la civile convivenza, è previsto anche l'accesso presto gli istituti scolastici da parte delle forze dell'ordine, per eventuale accertamento degli illeciti amministrativi, concordato con la direzione didattica o la presidenza, al fine di salvaguardare il tranquillo e regolare svolgimento delle attività didattiche. Così come potranno tenersi incontri fra studenti e Polizia Locale per approfondire la tematica.

“Il punto principale riguarda l'introduzione del daspo urbano, con regole condivise con le altre forze dell'ordine cittadine – ha aggiunto l'assessore – al fine di utilizzare lo strumento in maniera più concreta. È un regolamento che colpirà “i terribili” indipendentemente da etnia e provenienza. Nel complesso si tratta di un disegno di insieme nato anche dalla nostra presenza sul territorio, un regolamento che vuole avere anche una funzione educativa specie per quanto riguarda il fenomeno del bullismo e che servirà per tutto il territorio comunale e non solo per il centro storico, in attesa che la pianta organica del corpo possa essere aumentata per garantire una copertura necessaria”.

Sulla stessa linea anche il comandante Franzini che dal suo insediamento a novembre ha cercato di dare una struttura ed una mentalità diversa ad un corpo da impiegare in modo consono ai tempi e alle esigenze di una città di ventiduemila abitanti. “Negli anni il nostro lavoro è profondamente cambiato – ha osservato – i cittadini ci chiedono giustamente vicinanza e presenza e il mio ruolo è anche quello di rendere partecipe del proprio ruolo un personale molto volenteroso. Impedire ad esempio che le bottiglie di vetro possano essere usate in modo pericoloso è una questione culturale e di educazione. Ieri sera ad esempio alle due abbiamo visto dei ragazzi che gettavano a terra dei bicchieri di plastica e li abbiamo invitati a raccoglierli dandogli un segnale, così come in queste settimane abbiamo raccolto personalmente bottiglie a terra nella zona della stazione, la gente va trattata con dignità e invitata a rispettare le norme. Sono certo – ha sottolineato ancora Franzini – di avere un valido amministratore che vuole portare l'organico ad un numero decente per arrivare al terzo turno notturno che è necessario perché se riuscissimo ad essere più presenti potremmo fornire anche un maggior supporto a Guardia di finanza, Carabinieri e Polizia. I corsi di formazione? Sono sempre stato abituato a chiedere a chi ne sapeva più di me, quello che conta è la buona volontà poi tutto il resto si affronta. Ci sono agenti preparatissimi ai quali manca la pratica, per questo abbiamo scelto di lavorare su autodifesa e tecnica operativa perché bisogna sempre riuscire a distinguere chi si ha davanti”.

Infine il sindaco Ponzanelli, assente stamani per motivi istituzionali: “Ringrazio l'assessore Torri per il lavoro svolto. Rinnovare il regolamento di polizia urbana mettendolo al passo con i tempi, dato che siamo in ritardo di oltre 40 anni, era una necessità. Ora chiedo al presidente del Consiglio comunale di calendarizzare il prima possibile la proposta di regolamento della Giunta per discuterne nella casa di tutti i sarzanesi: la sicurezza è una priorità di questa Amministrazione e con questa proposta facciamo un ulteriore passo in avanti”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia




























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News