Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 21 Novembre - ore 17.01

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Criticità del ponte della Budella note da sette anni

Una perizia commissionata dalla giunta Caleo aveva evidenziato situazione di "grave degrado" dell'attraversamento. Campi in consiglio comunale: "Avviato studio di pre-fattibilità per ponte sul Calcandola", Giorgi: "Problematica enorme per residenti".

Chiuso da un mese
Criticità del ponte della Budella note da sette anni

Sarzana - Val di Magra - Le criticità del ponte della Budella nel quartiere sarzanese di Bradia, chiuso il 20 agosto scorso, erano note da tempo. Da almeno sette anni stando alla perizia sulla “sicurezza statico-sismica” commissionata dal Comune allo Studio Bellucci e ricevuta dall'ente a fine luglio 2011. Parecchio tempo prima dunque rispetto all'interdizione ordinata dalla giunta Ponzanelli (insediatasi tre mesi fa) arrivata dopo l'esame visivo effettuato dai Vigili del Fuoco nei giorni immediatamente successivi alla tragedia del ponte Morandi di Genova (qui)
Le condizioni dell'attraversamento sul Calcandola che collega via dei Molini e via Groppolo, come detto erano già state analizzate nel documento che sottolinea come “la situazione di degrado descritta possa avere una possibile, anche rapida, evoluzione temporale causando un'ulteriore diminuzione dei coefficienti di sicurezza e degli indicatori di rischio calcolati”. L'ingegnere, sempre sette anni fa, riteneva dunque “necessario predisporre una serie di interventi volti in primo luogo al ripristino delle situazioni di degrado evidenziate ed all'eliminazione e/o mitigazione delle cause di deterioramento”. Interventi poi indicati sia dal punto di vista strutturale che di risanamento del piano carrabile in una perizia che nelle sue conclusioni riteneva “accettabile, allo stato odierno, un carico massimo transitabile sul manufatto pari a 3,5 tonnellate” e che rimarcava “che la situazione di grave degrado descritta potrà potenzialmente avere una, anche rapida, evoluzione temporale causando un'ulteriore diminuzione dei coefficienti di sicurezza e degli indicatori di rischio calcolati con conseguente possibile ulteriore limitazione al carico massimo transitabile”.

Contenuti dei quali si è parlato nel corso del consiglio comunale di ieri con l'assessore ai lavori pubblici Campi chiamata a rispondere ad un'interpellanza (qui) presentata sull'argomento dalla capogruppo M5S Giorgi. “La chiusura è scattata a scopo precauzionale in attesa di accertamenti – ha detto l'esponente della giunta – gli uffici si sono subito attivati ritrovando anche la perizia nella quale il ponte veniva definito “collaudato dal punto di vista statico ma non da quello sismico” e presentava “gravi lesioni” consigliando di procedere con ristrutturazioni urgenti. Una perizia – ha sottolineato – ignorata fino a oggi. Quel ponte era malato nel 2011 e lo è ancor di più in questo 2018 visto che non ha mai ricevuto cure”.

Sollecitata dall'esponente dell'opposizione Campi si è poi soffermata anche sulla realizzazione del ponte sul Calcandola annunciato in campagna elettorale: “Per noi e per tutta la comunità resta una priorità – ha detto – in questi giorni abbiamo avviato lo studio di pre-fattibilità ed entro gennaio 2019 sarà valutato dalla Regione, con la speranza che possa essere inserito nel fondo strategico. La sua realizzazione andrà a ridefinire la viabilità e a sostituire la famigerata strada dentro lo stadio”.
Giorgi – la quale non si è detta soddisfatta dalla replica dell'assessore – ha ribattuto: “Ben venga il ponte sul Calcandola, anche perché avete fatto grandi annunci in campagna elettorale ma io sono come San Tommaso, speriamo che la Regione vi dia i soldi. Per quanto riguarda la Budella – ha concluso – fate una nuova perizia e tutti gli accertamenti necessari perché è una problematica enorme per tutti i residenti”.
Intanto gli abitanti della zona dopo aver presentato una petizione in Comune (qui), si stanno autotassando per finanziare una perizia autonoma per stabilire le attuali condizioni del passaggio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia




























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News