Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 27 Giugno - ore 12.15

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Corte dei Conti, Cavarra: "Pareri sempre favorevoli dai revisori"

L'ex sindaco e assessore al bilancio interviene in merito ai controlli sull'attività di Sarzana Valorizzazione Patrimonio: "Nel 2010 ho lasciato società in attivo". Ravecca: "Pur in condizioni difficili abbiamo trovato una soluzione efficacia".

Corte dei Conti, Cavarra: "Pareri sempre favorevoli dai revisori"

Sarzana - Val di Magra - “Nella mia gestione non ho creato danno erariale, ci sono pareri certificati dagli uffici e dai revisori dei conti”. Così Alessio Cavarra in merito ai controlli finanziari e contabili sul consuntivo del 2016 del Comune di Sarzana che sta svolgendo la Corte dei Conti della Liguria, in merito all'attività dell'ente e alle operazioni di Sarzana Valorizzazione Patrimonio, per le quali ieri sono stati convocati l'attuale sindaco Ponzanelli, il presidente dei revisori, il responsabile del servizio economico e il presidente del consiglio comunale, tutti estranei alle questioni sotto osservazione. (qui)

I fatti relativi alla partecipata di Palazzo Roderio riguardano infatti le due amministrazioni precedenti nelle quali Cavarra aveva ricoperto prima il ruolo di assessore al bilancio (prima dell'elezione in consiglio regionale) e poi quello di sindaco.
“Le date sono importanti – sottolinea oggi a CdS – la società era stata costituita nel 2007 – quando una legge dello Stato permetteva ai comuni di fare società per valorizzare il proprio patrimonio. Avendo la necessità di reperire risorse avevamo scelto di valorizzare l'area di Tavolara e quella del Vecchio mercato, interessata anche dal Progetto Botta. Dopo tre anni nei quali era sempre stata in pari – prosegue – nel 2010 io avevo lasciato il Comune per andare in Regione e la società era in utile. Dopo tre anni, nei quali non ho preso decisioni perché non erano di mia competenza, sono tornato come sindaco trovando una situazione economica difficile, mi sono subito attivato per avviare il percorso di liquidazione così come previsto dalla legge. Di fatto ho chiuso il mio mandato con il problema risolto grazie all'accordo con Carispezia per rateizzare un milione e mezzo senza spese né interessi, e riducendo ulteriormente il debito con la vendita di un terreno a Tavolara per 750mila euro. Tutti passaggi che hanno avuto il parere favorevole dei revisori e sono stati valutati anche dalla Corte dei Conti, l'amministrazione che ho governato – conclude Cavarra – ha lavorato per risolvere il problema”.

“La nostra amministrazione – sottolinea invece Elisabetta Ravecca, assessore al bilancio dal 2013 al 2018 - ha dovuto affrontare la problematica della società patrimonio, per la parte legata alla garanzia fideiussoria. Ricordo che la situazione si presentava particolarmente complessa, sia dal punto di vista tecnico che giuridico, motivo per cui - oltre a svariati consulti con tecnici e professionisti locali - ci siamo rivolti alla stessa Corte dei Conti per un parere, ed a legali esterni. È stato uno dei periodi più duri della nostra gestione amministrativa, ma siamo riusciti ad avviare un iter di trattativa con Carispezia, che ha evitato l'escussione della somma di 1,5 milioni in un'unica soluzione, fatto che avrebbe creato problemi al bilancio dell'Ente. Ci ha anche consentito una rateizzazione del debito in 5 anni, priva di interessi, e con la rinuncia dell'istituto di credito agli interessi maturati dalla partecipata. Pur nelle difficilissime condizioni date, e sulla base di quanto ci attestavano i tecnici, ritengo che si sia riusciti ad intraprendere una soluzione di efficacia ed economicità in favore dell'Ente, tenuto anche conto che, a seguito della vendita di uno dei due terreni di Tavolara, abbiamo ulteriormente potuto ridurre le rate del mutuo”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia




























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News