Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 10 Dicembre - ore 21.00

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Comitati spezzini: "Arcolani dicano no a opzione Boscalino per digestore"

Comitati spezzini: "Arcolani dicano no a opzione Boscalino per digestore"

Sarzana - Val di Magra - Intervento di Corrado Cucciniello dei Comitati spezzini

Circa tre anni fa, in occasione del voto arcolano sulla costituzione della Newco (denominata poi Recos), con due incontri all' Arci di Baccano abbiamo informato i cittadini arcolani dell' opzione Digestore. Essi erano del tutto ignari della minaccia, persino quelli residenti nella vallicola di Boscalino! Non c' è da stupirsi: decidere nelle segrete stanze, cose che riguardano le Comunità è prassi consolidata nel nostro territorio!

Prova ne è che più recentemente e precisamente prima dell' 11 maggio scorso, data in cui tenemmo un'assemblea pubblica a Santo Stefano, nessuno sapeva che Recos ed Acam intendevano realizzare un Digestore a Saliceti.

Neppure coloro che abitano vicino al giá presente Impianto di Trattamento alcuni dei quali contattati per l' acquisto delle loro proprietà ..

La decisione era stata presa sulla base del fatto che a Boscalino, un impianto che potesse accogliere anche la frazione organica genovese non è possibile collocarlo .. peraltro maggiore è il materiale da trattare e più si guadagna...

Come ho più volte riferito pubblicamente tale situazione è figlia di un modello di gestione del Ciclo dei Rifiuti scellerato che mira solo al profitto e viene imposto alle Comunità senza alcun consulto..

I grandi Gruppi come Iren vengono favoriti dalla politica con leggi ad hoc (come la L.R. n.1/2014) che rende possibile l' export dei rifiuti in tutto l' ambito regionale, con la costituzione della già citata Newco che ha posto in capo ai privati Iren / Ladurner per 26 anni l' usufrutto di Saliceti e Boscalino, con l' approvazione del Piano d' Ambito provinciale dei Rifiuti dicembre 2017 che conferma l' opzione digestore coerentemente al Piano regionale dei Rifiuti 2014 e soprattutto con la sciagurata ed infausta Aggregazione Acam - Iren avviata dal centrosinistra e confermata dal centrodestra .. (in tutti i comuni si intenda anche ad Arcola)

L' unica azione che resta da fare è creare massa critica sul tutto il territorio provinciale cercando di far fallire i progetti speculativi avvallati dalla politica ovvero da chi dovrebbe fare gli interessi dei Cittadini ed invece fa tutt' altro..

La riapertura dell' ex discarica di Saturnia è stata la prima a "saltare", il grande Digestore a Saliceti il secondo, ora gli arcolani devono dire un NO colossale all' Opzione Boscalino ed all'importazioni di Rifiuti (sia Tal Quale che Forsu) dai distretti genovesi.

Il Coordinamento No Digestore costituito a Santo Stefano sia pronto a sostenerci!

Iren se ne deve andare. Il Ciclo dei Rifiuti possiamo gestirlo localmente guardando alle migliori esperienze del Riciclo Totale. Possiamo dire dopo anni di gestione disastrosa da parte di Provincia e Regione che noi avremmo saputo fare molto meglio!

A tal proposito vale la pena ricordare che l' impianto di compostaggio aerobico di Boscalino ( praticamente mai utilizzato ), è stato inaugurato nel 2002 ed ancora non sanno che fare dell' Organico se non costruire un altro impianto, questa volta anaerobico ma che nessuno vuole!

Dopo aver provato a creare un hub del Rifiuto a Santo Stefano oggi ripiegano nuovamente su Boscalino come se fosse facile superare i problemi degli spazi ed il dissenso popolare, già ampiamente manifestato.

"Acam può camminare con le proprie gambe ", dichiarò l' AD Acam Garavini in Consiglio comunale ad Arcola: l' occasione fu il voto favorevole all' Aggregazione con Iren (quasi unanime) "ma un partner forte ci può garantire gli investimenti che Acam non può fare"
Ebbene, se gli investimenti sono il revamping di Saliceti unitamente ad un Digestore noi ribadiamo che ne facciamo volentieri a meno.
Le Comunità spezzine devono riprendersi Acam e dunque anche il Ciclo Integrato dell' Acqua caduto esso pure nelle mani del grande Gruppo emiliano.


Cucciniello Corrado
Comitati Spezzini

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia





Quanto spenderete per i regali di Natale?



























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News