Genova Post La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Venerdì 06 Dicembre - ore 21.22

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Biomasse del Magra, Tedeschi: "Serve anche l'apporto della Regione"

Stamani l'incontro nella sede di via Paci: "Ho apprezzato la presenza del sindaco Ponzanelli. Ameglia sull'Aventino? Mi viene il dubbio che De Ranieri ce l'abbia col Parco".

detriti e mareggiate
Biomasse del Magra, Tedeschi: "Serve anche l'apporto della Regione"

Sarzana - Val di Magra - “E' stato un incontro positivo, un confronto serio e sereno in cui la cooperativa di comunità “Terre del Magra” ha avuto modo di esporre la sua proposta tecnica sulle biomasse delle spiagge e su sfalci di vario genere”. Così il presidente del Parco di Montemarcello Magra Vara dopo l'incontro odierno che ha visto allo stesso tavolo di via Paci anche il Comune di Sarzana e il Canale Lunense per affrontare il tema delle gestione dei detriti lignei che le mareggiate depositano sul litorale di Marinella e Fiumaretta dopo ogni mareggiata. Assente come noto il Comune di Ameglia che ieri con il sindaco De Ranieri aveva annunciato la volontà di non partecipare all'incontro. (QUI)

“Mi viene il dubbio che De Ranieri ce l'abbia col Parco – sottolinea Tedeschi a CdS – visto che in precedenza l'assessore Bernava aveva partecipato ad altre tre riunioni senza esprimere preclusioni al progetto. Ameglia ha scelto di stare sull'Aventino e ne prendo atto mentre ho molto apprezzato la presenza del sindaco di Sarzana Ponzanelli e dell'assessore all'ambiente Campi. Pur esprimendo grande scetticismo si sono confrontate sui temi in questione insistendo sulla necessità di un piano complessivo che riguardi tutti i comuni dell'alveo per una manutenzione costante e continua. Ci siamo presi l'impegno di un approfondimento fra i tecnici del Comune e quelli della Comunità mentre a presidente e vicepresidente del Canale Lunense ho consegnato lo studio del Parco del 2013 contenente gli interventi necessari per prevenire i fenomeni di accumulo di biomassa alla foce del Magra”.

“Il ruolo del Parco è solo quello di ente “facilitatore” - afferma ancora Tedeschi – ci sono potenzialità che possono essere espresse. E' importante riuscire a coinvolgere tutti i comuni perché ci vogliono forti risorse per attuare una programmazione costante. Noi non possiamo intervenire in luogo delle amministrazioni, abbiamo solo un ruolo di programmazione e controllo di comuni e privati. Possiamo però farci carico della possibilità di arrivare ad avere un progetto unitario in cui investire risorse comunitarie, del Gal provinciale o del fondo strategico regionale. Nel 2018 la Regione Toscana ha stanziato 4 milioni per la pulizia del Magra, possibile che non si riesca a trovare il modo per far investire anche la Liguria su un progetto unitario?. Poco importa chi lo fa ma è importante dare finalmente risposte ad una criticità che riguarda il territorio”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia




























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News