Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 16 Gennaio - ore 14.37

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Argini Magra, il professor Iannelli: "Totalmente alterati rapporti tra fiume e centri abitati"

L'intervento inserito tra gli atti della Conferenza italiana sulla gestione integrata dei bacini idrografici.

Università di Pavia
Argini Magra, il professor Iannelli: "Totalmente alterati rapporti tra fiume e centri abitati"

Sarzana - Val di Magra - Il prof. Giovanni Iannelli, docente di Costruzioni Idrauliche all’Università di Pavia, ha contribuito, con un suo intervento sul “caso del Fiume Magra”, alla presentazione del 41° volume sugli Atti della Conferenza italiana sulla gestione integrata dei bacini idrografici - ICIRBM 2020 – dell’Università della Calabria (Proceedings of Italian Conference on Integrated River Basin Management – ICIRBM 2020 - University of Calabria) il 22 dicembre 2020, pubblicazione nazionale

Ringrazio il Comitato Scientifico per aver accettato e pubblicato questo mio lavoro che costituisce una autentica denuncia sulla cattiva conduzione degli interventi per la salvaguardia dalle piene del Fiume Magra.
Questo fiume, la cui foce costituisce un estuario a correnti stratificate, è stato assoggettato in 11 anni a 5 piene, tutte dello stesso ordine di grandezza di circa 4.000 m3/s che hanno provocato danni notevoli localmente ed a monte. Dopo lunghi dibattiti ed interventi giudiziari nei quali avevo prospettato e sostenuto la soluzione nella sola ricalibrazione del fiume, esso è stato, per ora parzialmente arginato con muri di sponda che hanno profondamente alterato il paesaggio e l’ambiente nonostante la evidente dimostrazione tecnica e scientifica che i livelli di piena riscontrati fossero dovuti ad un interrimento solido provocato in regime non di piena dalla presenza di un cuneo salino che risale la corrente del fiume fino a 5 km dalla foce.
Gli accumuli, tutti riscontrati elaborando i rilievi batimetrici effettuati negli anni dalla Amministrazione Provinciale, sono dell’ordine di grandezza di 30.000 mc anno e si formano in corrispondenza dell’incontro della corrente dolce con il flusso di marea salino. I sedimenti avvengono quando le portate dolci si presentano nel campo di 400 m3/s – minima portata con trasporto solido di fondo – e 1.000 m3/s che ricaccia in mare l’onda salina.

Io ho dimostrato che la soluzione dell’intervento doveva consistere solo nella ricalibrazione del corso d’acqua quando gli accumuli raggiungevano i 300.000 m3. La sola arginatura risulta insufficiente al contenimento delle piene e le arginature, per le portate già verificate (4.000 m3/s), sono inutili.
La memoria presentata dimostra quest’ultima affermazione elaborando i risultati dell’ulteriore piena avvenuta nei giorni 11 e 12 dicembre 2017, ancora di circa 4.000 m3/s, i cui livelli si sono mantenuti di gran lunga inferiori a quelli precedenti senza minimamente fare intervenire i muri realizzati. Ciò perché per la realizzazione dei muri si è dovuto procedere alla ricalibrazione che da sola avrebbe risanato la capacità di trasporto delle piene, non eccezionali, più volte verificate.
Il danno ambientale, oltre il molto maggiore costo degli interventi realizzati, risulta notevole perché ha totalmente alterato i rapporti urbanistici di interscambio funzionale tra il fiume e i centri di Bocca di Magra e Fiumaretta.
Auspico, e perciò ho formulato questo intervento, che la costruzione dei muri non vada oltre quelli già realizzati limitando il lamentato danno economico ed ambientale.

Giovanni Iannelli, Professore Emerito di Costruzioni Idrauliche – Università di Pavia

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia
















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News