Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 18 Settembre - ore 17.32

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Arcola e Parco sbarrano la strada agli incivili

Iniziata l'installazione di undici varchi che portano alle sponde del Magra per scoraggiare abbandoni illegali.

Arcola e Parco sbarrano la strada agli incivili

Sarzana - Val di Magra - Sono già state installate alcune delle sbarre volute dall'amministrazione comunale di Arcola e dal Parco di Montemarcello Magra e Vara per limitare l'accesso ai mezzi alle aree più vicine alle sponde del fiume ed evitare così l'abbandono di rifiuti, problema che affligge buona parte dell'area fluviale. Saranno in tutto undici di accessi interdetti anche mediante l'utilizzo di “massi ciclopici” fissi mentre l'utilizzo delle sbarre sarà regolamentato tramite autorizzazioni e registrazioni.
“C'era la necessità di intervenire per salvaguardare l'ambiente dagli incivili – ha detto questa mattina la sindaco Orlandi dal punto di accoglienza Oasi Lipu– una missione che stiamo portando avanti senza se e senza ma. Gli abbandoni in questo tratto sono sempre stati significativi e c'era la necessità di limitarli al massimo anche impedendo il transito ai mezzi non autorizzati. Lo abbiamo fatto utilizzando modalità diverse trovando la piena condivisione del Parco col quale abbiamo sottoscritto una convenzione. Abbiamo deciso di destinare parte delle risorse a questo obiettivo – ha aggiunto – e lo abbiamo raggiunto tramite un percorso amministrativo un po' lungo ma che oggi avviamo con fiducia da questo luogo importantissimo intitolato a Davide Barcellone”.

“Siamo i primi ad aver realizzato una chiusura di questo tipo come deterrente all'inciviltà – ha sottolineato l'assessore Tinfena – una segnale importante che pensiamo possa essere accolto anche da altri e dalla Regione. Si tratta di un inizio, perché dopo questa di San Genisio saranno posizionate anche altre sbarre e blocchi in luoghi sensibili individuati con Forze dell'ordine e Protezione Civile. Siamo stati anche fra i primi ad intervenire sulle discariche, abbiamo speso circa 133mila euro per le bonifiche, risorse dell'amministrazione utilizzate per risolvere criticità vecchie di quarant'anni che singolarmente non possiamo però risolvere del tutto”.

Alla presenza anche del comandante della stazione dei Carabinieri Tortorella e della Municipale Bonotti, il presidente del Parco Tedeschi ha quindi affermato: “Dobbiamo continuare a salvaguardare le sponde del fiume dall'inciviltà della gente. Un ringraziamento particolare va a forze dell'ordine e ai volontari del Parco che presidiano il territorio. Mi auguro che molti altri sindaci seguano l'esempio di Arcola, uno dei comuni più virtuosi dal punto di vista ambientale col quale c'è grande sinergia. In queste zone quarant'anni fa qui vicino alle sponde si facevano buche e si interravano rifiuti, oggi diamo un segnale importante”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia




























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News