Genova Post La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Venerdì 06 Dicembre - ore 21.22

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

"Semplificazioni imbarazzanti dal Comitato, nessun danno per la comunità"

L'assessore Campi su pista ciclabile e via Muccini: "Stiamo faticosamente lavorando per evitare impatto dell'eventuale decadenza del progetto sulla finanza pubblica".

Botta e risposta
"Semplificazioni imbarazzanti dal Comitato, nessun danno per la comunità"

Sarzana - Val di Magra - “La mancata realizzazione del secondo lotto della pista ciclabile non incide affatto sul programma: non implica alcun definanziamento né tanto meno comporta alcun danno alla collettività, come invece affermato improvvidamente da parte del comitato Sarzana Che Botta”. Dopo quanto affermato due giorni fa (QUI) dal gruppo presieduto da Roberta Mosti, oggi l'assessore all'urbanistica del Comune di Sarzana Barbara Campi ha replicato così in merito ad una delle diverse criticità del Progetto Botta.
“Il Piano di finanziamento regionale e ministeriale – sottolinea Campi - denominato PRUACS, decadrà se entro l'inizio del 2020 il soggetto attuatore, ovvero le cooperative di cui tutti conoscono le sorti e che hanno comunicato nel frattempo il subentro di un nuovo operatore, non realizzerà 33 alloggi a canone sostenibile. La decadenza comporterà, quale conseguenza, l'obbligo di restituzione del finanziamento milionario già erogato per la realizzazione del programma”.

“Stiamo faticosamente lavorando per cercare di evitare o quanto meno contenere l'impatto che l'eventuale decadenza di questo disastroso progetto avrà sulla finanza pubblica, ennesima eredità di scelte folli del passato. Sulla pista ciclabile – continua - nessuna dimenticanza: il Comitato che si autocelebra come depositario di verità assolute, sostiene forse che vada ultimata una pista nel nulla del comparto totalmente inattuato e inattuabile del Botta? Il Comitato, in ritardo di qualche mese, forse sostiene che possa essere progettato e realizzato un ulteriore lotto della pista ciclabile nelle proprietà di RFI e altri promesse in vendita a SPS in liquidazione? Il Comitato, e non è la prima volta, grida alla stampa interpretazioni e semplificazioni a tratti imbarazzanti, collegando in questo caso la mancata realizzazione della pista a un danno che questa Amministrazione avrebbe causato alla città: nulla di più falso. Una cosa invece è vera: il progetto Botta è un autentico disastro che pesa e che peserà sulle spalle dei cittadini, come molte volte denunciato dallo stesso Comitato che una volta approfondiva, mentre ora, nell'ansia di urlare allo scandalo e additare un colpevole, evidentemente meno”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia




























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News