Genova Post La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 09 Dicembre - ore 21.03

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

"Parco sotto attacco perché ha fatto molto e dà fastidio"

Tedeschi: "Abbiamo dimostrato che le cose si possono fare. Proposta di Costa? Insensata e istituzionalmente ignorante".

bilancio di un anno di attività

Sarzana - Val di Magra - “Tutte le polemiche di questi ultimi tempi derivano dal fatto che secondo me il Parco si è mosso troppo, ha fatto troppe attività. Aver attivato come ultime due cose il piano della nautica e la ricollocazione dei frantoi a mio avviso ha creato qualche problema politico in più”. Così il presidente dell'ente Pietro Tedeschi a pochi giorni dal passaggio in commissione regionale Ambiente e territorio della proposta di soppressione di Andrea Costa che entro la fine dell'anno potrebbe essere discussa in consiglio. “Noi abbiamo dimostrato che le cose si possono fare – attacca ancora Tedeschi, il cui mandato scadrà a maggio – e che si possono vincere i “poteri forti” che in questa provincia non mancano. La proposta di Costa è insensata e inaudita ed è piena di ignoranza istituzionale visto che l'articolo 13 della legge regionale definisce chiaramente le competenze dei comuni. Questo Parco inizia a dar noia – sottolinea nuovamente – poi se qualcuno pensa che nel 2019 in questa regione debbano esserci meno tutela e meno ambiente allora mi viene da ridere anche se c'è da piangere. Qui non percepisco un euro e mi sento attaccare sulle cose che fa il Parco, anche dal punto di vista istituzionale in modo scoraggiante: nella proposta di legge si parla ancora di Sic che non esistono più perché sostituiti dalle “zone speciali di conservazione”.

“Perché il Parco dà noia? Abbiamo iniziato a parlare di spostare le darsene e sono subito nati un po' di “pruriti” - afferma ancora Tedeschi – abbiamo parlato della delocalizzazione dei frantoi, dove la commissione regionale non era arrivata, e abbiamo ottenuto di spostarne cinque grazie ai comuni di Arcola e Vezzano, che ringrazio, facendo capire anche alle aziende che la loro era una battaglia persa. Le polemiche sono state tutte faziose – accusa ancora – perché io non voglio mandare via nessuno ma quando parlo di riprogrammazione e bonifica del parco credo di andare a toccare interessi altrui. Anche la nostra posizione sul biodigestore non era contro a prescindere ma chiedeva di valutare un altro luogo. Spero – conclude – che la società civile e la politica trasversale sappiano rigettare una proposta di legge scritta male, io sono tranquillo e non mi tiro indietro”.

E ad illustrare le cose fatte in questo 2019 è il direttore Perfetti che si sofferma su gestione straordinarie e ordinaria partendo dagli aspetti finanziari con una raccolta di finanziamenti che è stata di due milioni e 779.560 euro a fronte di entrate per spese correnti di 400mila euro. Fondi serviti per i progetti degli anfibi della Val di Vara, il ripristino della sentieristica del Rio Agnola, il progetto Girepam che comprende il restauro della zona dunale di Marinella (circa sessanta metri di fronte all'ex Colonia a partire da Marinella) e la riqualificazione della parte finale del sentiero di Punta Corvo (dalla prossima settimana), gli interventi sulla ciclovia orientale del progetto Insense, i sentieri del Caprione, le strutture per gli sport acquatici e la sentieristica fluviale in Val di Vara e le azioni dirette per il miglioramento della conservazione della trota mediterranea. Azioni alle quali si sono aggiunte la gestione ordinaria del territorio e i progetti di educazione ambientale, il protocollo per il piano della nautica e il protocollo di programma con la Regione per la ricollocazione dei frantoi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia




























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News