Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 13 Novembre - ore 20.21

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

"Nessun crollo alla scuola Fermi. Indici sismici sopra lo 0.6 dopo gli interventi"

L'amministrazione comunale di Santo Stefano risponde al consigliere Paola Lazzoni e sgrana i numeri post cantieri.

Mezzo milione
"Nessun crollo alla scuola Fermi. Indici sismici sopra lo 0.6 dopo gli interventi"

Sarzana - Val di Magra - Lunedì 17 settembre l'attività didattica avrà regolare inizio nelle scuole del territorio comunale di Santo Stefano di Magra. Nel corso dell'estate sono stati effettuati cinque importanti interventi. Alla scuola primaria 'Fermi', nel capoluogo, è stato realizzato un miglioramento della sicurezza per quanto riguarda la prevenzione antincendio. La scuola materna di Belaso è stata oggetto di un intervento di adeguamento sismico che ne ha accresciuto l'indice di vulnerabilità sismica da 0.4 a 1; è stato inoltre effettuato un intervento di efficientamento energetico. Alla scuola primaria 'XXIX Novembre' di Belaso è stato operato un lavoro di miglioramento sismico che ne ha innalzato l'indice di vulnerabilità da 0.15 a 0.67. Miglioramento sismico anche alla scuola media 'Schiaffini' di Santo Stefano, lotto uno: qua si è passati da 0.55 a 0.62. Nell'estate 2017, sempre alla 'Schiaffini', si era intervenuti sul lotto due innalzandole l'indice di vulnerabilità da 0.28 a 0.61. Come recita l'aggiornamento delle 'Norme tecniche per le costruzioni', emanato dal Ministero delle infrastrutture nel gennaio 2018, per le costruzioni di classe III ad uso scolastico, a seguito degli interventi di miglioramento, l'indice di vulnerabilità sismica non deve essere inferiore a 0.6. "Un valore - si legge in una nota diffusa da Palazzo civico - sopra al quale si tengono saldamente anche scuole santostefanesi sulle quali non si è intervenuto dal punto di vista sismico, come le primarie 'Arzelà' (0.75) e 'Fermi' (0.76). Gli interventi di quest'estate sono costati oltre 500mila euro, di cui 66mila finanziamento regionale, il resto risorse comunali. Con le economie di gara saranno effettuate ulteriori migliore e rifiniture senza intaccare l'attività didattica né naturalmente la sicurezza".

L'amministrazione comunale di Santo Stefano tiene altresì a precisare che alla scuola 'Fermi' non si è verificato alcun crollo, rispondendo a un comunicato diffuso dal consigliere di opposizione Paola Lazzoni (misto). "Diversamente - ribatte la nota di Palazzo civico -, nell'ambito di un controllo programmato, si è notato che in parte del corridoio e in un aula al piano primo l'intonaco non aderiva perfettamente al supporto, così si è deciso – evitando interventi a macchia di leopardo -, di rimuovere interamente l'intonaco. Nessun crollo quindi, né di strutture, né di finiture. Ora resterà visibile 'a nudo' il laterizio, senza alcun rischio, visto che è del tutto stabile. In futuro, con ogni probabilità si andrà a completare l'intervento realizzando un controsoffitto. Gli alunni che avrebbero dovuto trovar spazio nell'aula interessata dalla raschiatura d'intonaco saranno collocati in un'altra aula, libera e idonea, già individuata. Per quanto riguarda le osservazioni inerenti il lucernario, questo è in corso di installazione e sarà pronto per l'inizio delle scuole: una tempistica resasi banalmente necessaria perché lavorare d'estate implica il vantaggio di non intralciare l'attività didattica, ma lo svantaggio di dover far i conti con le comprensibili chiusure dei fornitori".

"Sarebbe opportuno evitare di fare allarmismo, soprattutto sulle scuole – commenta il sindaco di Santo Stefano Paola Sisti, che stamani ha svolto un ulteriore sopralluogo nelle scuole accompagnata dall'assessore Alessandro Capetta e dal personale tecnico -. Questa è stata un'intensa estate di cantieri, con tempi stretti e ritmi serrati. Le ditte spesso hanno lavorato per il ponte di Ferragosto e spesso anche nei festivi per riuscire a ultimare gli interventi. Ora le pulizie sono in via di ultimazione e tutto sarà pronto per il suono della campanella. Un ringraziamento agli uffici per la loro estate senza ferie, al personale docente e non docente, alle ditte e a Maris, che quest'ultima settimana ci ha regalato le pulizie. Il tema delle scuole è da sempre al primo posto per questa amministrazione. Siamo orgogliosi e soddisfatti dei lavori fatti quest'estate, e non ci fermeremo qui”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia




























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News