Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 22 Febbraio - ore 20.01

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

"Fiume pulito, energia dalle biomasse e lavoro per i giovani"

Pietro Tedeschi, presidente del Parco del Magra, segna la via: "Passiamo dall'emergenza alla prevenzione, non possiamo continuare a spendere un milione all'anno".

Cooperative
"Fiume pulito, energia dalle biomasse e lavoro per i giovani"

Sarzana - Val di Magra - Sarà presentata domattina al Parco di Montemarcello, Magra e Vara un'idea che si pone l'ambizioso traguardo di lenire, se non di risolvere, la grana dei detriti – in gran parte lignei – che il fiume raccoglie strada facendo e che recapita sulle spiagge – soprattutto Fiumaretta e Marinella -, con tutti i problemi e i costi che ne conseguono. Si tratta, in particolare, di una proposta di collaborazione con la Comunità del Vara, guidata da Roberto Pomo, una realtà con la quale l'ente e il suo presidente Pietro Tedeschi hanno da tempo avviato un'interlocuzione. “Parliamo di un progetto di gestione delle biomasse dei fiumi Magra e Vara e dei rivi secondari – ha spiegato giorni fa a Lerici proprio Tedeschi, intervenuto nel corso della presentazione della costituenda Cooperativa di comunità lericina -. In questi ultimi anni sono state spese importanti risorse per gestire l'emergenza, ma dall'emergenza bisogna passare alla prevenzione. Altrimenti ogni anno butti via i soldi, circa un milione tra fondi privati e pubblici, tra cui circa 400mila euro stanziati dalla Regione Liguria. Le biomasse che togliamo dalle nostre spiagge oggi le portiamo in Sardegna e certo non gratuitamente”.

Tanti soldi in ballo, quindi. Che per Tedeschi “potrebbero essere usati per supportare appunto un progetto, riguardante tutti i comuni dell'asta del fiume e dalla parte ripariale, dedicato alla pulizia di rivi e fiumi. E che potrebbe sostenersi vendendo energia ricavata dallo sfruttamento delle biomasse”. Insomma, quei grovigli di rami, tronchi e compagnia, che ora sono un problema, destinati a diventare una risorsa. Un'operazione che per il presidente “darebbe la possibilità di stare in vita alle cooperative di comunità e sarebbe fonte di occupazione per i nostri giovani”. Appuntamento quindi in Via Paci per la discussione tra presidente e rappresentanti delle amministrazioni comunali.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia




























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News