Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 20 Ottobre - ore 19.48

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

"Costruiamo impianti per i rifiuti di Genova e paghiamo ogni anno due milioni e mezzo di più"

Intervento di Sarzana, che botta!, No Biodigestore Saliceti, Acqua Bene Comune, Italia Nostra, Legambiente, Cittadinanzattiva.

il fronte del no

Sarzana - Val di Magra - La città metropolitana di Genova paga per trattare i rifiuti indifferenziati nell’impianto TMB di Saliceti tra i 110 e i 120 euro a tonnellata. Per l’organico previsti 85 euro a tonnellata. Fonte: Piano d’ambito approvato dal governo Toti il 6 agosto 2018. Gli spezzini pagano 181,5 euro per trattare l’indifferenziato nel TMB. Per l’organico, se andrà in porto il biodigestore di Saliceti, pagheranno 105 euro la tonnellata (per il Piano d’ambito dovevano essere 93).
Totale: per pari quantità di rifiuti pagheremo ogni anno 2 milioni e mezzo di euro più dei contribuenti genovesi. Ovviamente a carico nostro i rischi di inquinamento dell’aria e dell’acqua di Fornola, il traffico dei camion. Insomma cornuti e mazziati.
Questa verità la conoscono tutti, parlamentari, amministratori comunali, provinciali e regionali.
La conosce il commercialista castelnovese Cristiano Lavaggi, rappresentante dei Comuni spezzini nel consiglio di amministrazione di Iren, che di recente ha dichiarato: “Porto il mio contributo in assoluta indipendenza, tenendo presente il territorio dal quale sono stato nominato”. Parole commoventi.
Lavaggi è tesoriere della Fondazione Change, che fa capo a Toti, e amministratore unico di Liguria Patrimonio, nomina politica della Regione governata da Toti.
Visto che siamo chiamati a pagare in termini monetari e ambientali le fortune di Iren, gli poniamo alcune domande, a cui come rappresentante del nostro territorio in Iren non si può sottrarre.
Afferma di non dover rispondere a Toti, ma a una maggioranza di sindaci spezzini che lo hanno nominato su indicazione del sindaco della Spezia, Pierluigi Peracchini.
Chi sono i sindaci che lo hanno indicato?
Risulta a Lavaggi che i comuni spezzini in Iren contano l’1,87% dell’azionariato, cioè non hanno alcun potere contrattuale sulle scelte del gruppo?
Risulta a Lavaggi che Iren gestisce il business dei rifiuti in provincia in virtù dell’esito di due gare che prevedevano la realizzazione del revamping del TMB dell’indifferenziata a Saliceti da 70 mila tonnellate l’anno e la costruzione di un biodigestore da 20.000 tonnellate l’anno (e dal costo di 7.700.000 euro) a Boscalino?
Risulta a Lavaggi che nella prima gara del 2015, con due concorrenti, il gruppo emiliano propose una tariffa di conferimento per i comuni spezzini di 89 euro per tonnellata di organico? Oggi Iren con Lavaggi nel CdA a rappresentare gli interessi del territorio vuole costruire un biodigestore a Saliceti da 90.000 t/a, costo 50 milioni e una tariffa di 110 euro. A lui sta bene, tanto che ha dichiarato che i dirigenti di Recos stanno egregiamente applicando le “indicazioni tecniche fornite dalle istituzioni in questi mesi”.
Le istituzioni parlano con gli atti (Piano d’area e d’ambito e contratto di servizio sottoscritto da Recos) : prevedono un digestore a Boscalino da 20.000 t/a, costo 7.700.000. I costi si riverberano sulle tariffe Tari che paghiamo.
Iren e Recos quali altre indicazioni tecniche hanno ricevuto e da quali istituzioni?
Paghiamo per i rischi sanitari e ambientali di un mega impianto e per chiudere il ciclo dei rifiuti di Genova. Abbiamo il diritto di sapere.
A queste domande attendiamo risposte dal presidente della Regione Toti, che tratta Spezia come una colonia, dal presidente della Provincia Peracchini e da tutti i sindaci di ogni colore.

Sarzana, che botta!, No Biodigestore Saliceti, Acqua Bene Comune, Italia Nostra, Legambiente, Cittadinanzattiva

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia
















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News