Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Venerdì 26 Febbraio - ore 21.45

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

"Costretti a riconsegnare il Barontini, il Comune si è comportato come un'azienda"

Marco Gilardi, presidente del "Comitato per la terza età" questa mattina ha riconsegnato le chiavi all'Amministrazione: "Abbiamo sempre ragionato su come migliorare la vita degli anziani, mai sul guadagno. Grazie alla città".

"interrotto legame che sembrava indissolubile"

Sarzana - Val di Magra - "Questa mattina ho ufficialmente riconsegnato all'Amministrazione Comunale le chiavi del “Centro Sociale Anelito Barontini”. L’ho fatto ‘con la morte nel cuore’, giammai immaginando che sarebbe toccato proprio a me, in quanto Presidente dell’Associazione “Comitato per la Terza Età “, adempiere ad una chiara e voluta formalità che ha interrotto (in cuor mio spero solo temporaneamente) quel legame che a tutti noi sarzanesi sembrava indissolubile tra la struttura del ‘Barontini’ e la sua Associazione, nati e cresciuti insieme che ad oggi avrebbero raggiunto i 28 anni di impegno sociale e volontario". E' quanto scrive Marco Gilardi, chiudendo il cerchio sull'affidamento della struttura sarzanese che nelle scorse settimane aveva infiammato il dibattito pubblico cittadino.

"Siamo stati costretti - sottolinea - a riconsegnare ‘il Barontini’ perché con la nostra attività non eravamo in grado di assumere gli enormi impegni economici pretesi dalla giunta Ponzanelli, da un'amministrazione che non ha avuto alcuna considerazione dei tempi in cui viviamo (soprattutto per noi anziani), della nostra storia e dell'immenso valore culturale, solidale e ricreativo che il Centro rappresentava per noi anziani e per la Città tutta. Abbiamo sempre ragionato su come rendere migliori le giornate di noi anziani, attraverso la cultura in forma gratuita e la semplice socializzazione, MAI in termini economici e di guadagno.
Il Comune questo non l'ha capito e si è comportato come un’azienda qualunque, concepita per generare esclusivamente profitto, senza perseguire quel che a mio parere dovrebbe essere l'obiettivo principale: arricchire la propria comunità di valori e ideali condivisi, preservando la storia della Città e le bellezze che fino ad oggi l'hanno resa grande".
Gilardi afferma inoltre: "In questo momento davvero triste arrivo alle conclusioni ringraziando tutte le persone e le associazioni culturali che hanno collaborato con il Centro Sociale Barontini, addolcendo ed arricchendo le giornate di noi anziani. Ringrazio la Città che in tutte le sue espressioni si è stretta intorno all’Associazione facendole sentire il proprio affetto. Infine, in modo particolare, ringrazio Beatrice Casini (già assessore al volontariato e associazionismo), ed alcuni esponenti del PD che, oltre ad assistere l’Associazione a risolvere le numerose questioni da affrontare in questa amara occasione, si stanno adoperando affinché l’Associazione continui a vivere, proponendo le attività che l’hanno sempre caratterizzata.
Ed è proprio con questa concreta prospettiva che voglio salutare tutti gli iscritti ed i Sarzanesi, dicendo loro arrivederci a presto".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia
















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News