Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 14 Novembre - ore 17.20

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

"Costretti a chiuderla dai segnali dei sensori. Sicurezza prima di tutto"

Questa mattina la serrata della Ripa ha mandato in tilt il traffico dei pendolari. Cozzani: "La presenza di operai sul posto ci impone cautele e attenzioni ancor più incisive e sensibili".

parla Il presidente della Provincia
"Costretti a chiuderla dai segnali dei sensori. Sicurezza prima di tutto"

Sarzana - Val di Magra - Si torna a parlare della Ripa, chiusa questa mattina su decisione della Provincia della Spezia. E si spiegano i motivi di tale decisione che come sempre crea problemi al traffico dei pendolari fra Val di Magra e Val di Vara e il comune capoluogo. "Nei tratti maggiormente soggetti ai rischi franosi, sono stati installati sensori pluviometrici e sensori di movimento. I primi, al superamento di una determinata quantità di pioggia caduta nell’unità di tempo, fanno scattare la chiusura della strada. I sensori di movimenti franosi, collocati lungo le reti di contenimento della scarpata, scattano allorquando si verifichino spostamenti di materiali e massi lungo il versante collinare che sovrasta la strada. Il fattore che ha determinato oggi l’interruzione della circolazione è correlato alla registrazione di caduta di materiali lungo la scarpata che sovrasta il cantiere del primo lotto di interventi". Giorgio Cozzani, presidente della Provincia della Spezia, chiarisce le circostanze che hanno prodotto l'ordinanza di chiusura: "Trattandosi di area sulla quale insistono lavorazioni importanti, queste possono probabilmente provocare vibrazioni e movimenti sulla collina. D’altra parte la presenza di operai sul posto ci impone cautele e attenzioni ancor più incisive e sensibili".

Ancora Cozzani: "Siamo assolutamente consapevoli del disagio che provoca la chiusura della Ripa; tuttavia l’insieme di questi sistemi di monitoraggio e di blocco è installato per tutelare la sicurezza e l’incolumità delle persone che transitano lungo la carreggiata. Rinnovo a nome dell’Ente le scuse alla cittadinanza, ma resto convinto che quando si tratti di sicurezza sia sempre preferibile un eccesso di prudenza e di cautela. Attualmente sono in corso le verifiche per circoscrivere l’effettiva portata del movimento di detriti registrato dai sensori e verificare le condizioni di sicurezza del tratto stradale per consentire la riapertura della circolazione già in giornata. I lavori di sistemazione della SP 31 attualmente in corso serviranno a superare, una volta ultimati, tutte queste criticità e, come Provincia e Regione,
siamo massimamente impegnati per arrivare tempestivamente al termine dell’opera, ma al momento dobbiamo necessariamente agire in funzione degli allarmi rilevati da questi sistemi di sorveglianza. Infatti, queste tecniche di monitoraggio sono oggi indispensabili per assicurare la percorribilità della strada in condizioni di sicurezza e di tutela dell’incolumità di tutti".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia




























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News