Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 26 Giugno - ore 21.46

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

"Contratto di fiume soluzione per discariche e detriti nel Magra"

Riunione della Comunità del Parco con all'ordine del giorno i campionamenti. Tedeschi: "Serve visione d'insieme", De Ranieri: "Soggetti siano operatori e non spettatori".

gli esiti dei primi campionamenti
"Contratto di fiume soluzione per discariche e detriti nel Magra"

Sarzana - Val di Magra - Rifiuti solidi urbani non classificati e rifiuti speciali non pericolosi. Questa la classificazione data dei campionamenti eseguiti nelle scorse settimane (da Sige e commissionati dalla Regione) su quattro delle 40 discariche abusive censite lungo il Magra a cui si aggiungono anche le quattro che si trovano al di fuori dell'area Parco. Un quadro delineato questo pomeriggio dal direttore del Parco Montemarcello Magra Vara Antonio Perfetti nel corso della riunione della Comunità nella quale si è parlato proprio dei risultati della analisi dei suoli inquinanti e dei possibili sviluppi, anche alla luce della recente approvazione da parte della Regione della legge sui parchi e della proposta di “contratto di fiume” più volte avanzata dal presidente Tedeschi.
“I due temi sono legati – ha ricordato quest'ultimo – perché c'è la necessità di una visione di insieme del problema e di riqualificazione complessiva di tutta la risorsa fiume. Abbiamo diverse criticità oltre alle discariche: più di tremila barche, darsene, depuratori obsoleti e aziende incompatibili, fattori che mettono a rischio la salubrità dell'acqua e che non possono essere lasciati solo ai comuni. Il contratto di fiume – ha aggiunto Tedeschi – potrebbe aiutare a gestire queste situazioni perché senza una valutazione d'insieme non si fanno passi avanti”.

I risultati dei campionamenti citati da Perfetti fanno riferimento alle discariche di Boettola (Sarzana), San Genesio (Arcola), Camisano (Lerici) e Battifollo (tratto di Arcola) e si inseriscono in un quadro più ampio che parte dalla mappatura del 2014 con i siti interessati anche nei comuni di Ameglia, Beverino, Bolano, Borghetto, Brugnato, Carrodano, Follo, Santo Stefano, Sesta Godano e Vezzano Ligure. “In quelle analizzate la situazione è estesa – ha sottolineato Perfetti – e proprio in questi giorni la Regione sta provvedendo a contattare i singoli comuni interessati per vedere come proseguire e come estendere i controlli ad altre aree. Questi infatti non sono i più pericolosi. Il contratto di fiume? Potrebbe essere una soluzione – ha sottolineato – perché l'esempio francese dimostra come consenta di reperire fondi consistenti”.

“Il problema è rilevante e riguarda anche gli altri rifiuti basta pensare che la plastica dal Magra arriva alle Cinque Terre”. Ha proseguito così il consigliere del Parco Bernardini il quale ha proposto anche alcune soluzioni tecniche già sperimentate sul Po e in altri corsi d'acqua con l'installazione di strutture che possono fermare legname e plastica. “Qualche progetto analogo per 'catturare' il materiale era già stato fatto dalla Regione – ha osservato il sindaco di Ameglia De Ranieri – ma il problema sono gli eventi estremi con i quali abbiamo a che fare e che impediscono il posizionamento di briglie o selettori. Purtroppo fra gli enti che hanno a che fare col Magra vedo tanto scaricabarile, ognuno ha le sue competenze ma se ne ricorda solo quando fa comodo. A monte dell'area sequestrata dalla Finanza a febbraio ci sono più barche in mezzo alle canne che vegetazione, stanno nascendo dei rimessaggi strutturati e dal Parco attendo ancora indicazioni precise sul da farsi. Va bene il contratto di fiume – ha concluso – ma a patto che i soggetti non siano spettatori ma operatori perché non serve un'altra struttura burocratica”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia




























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News