Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Venerdì 18 Gennaio - ore 18.04

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

"Cominciamo a pensare a un aggregato che vada al di là di schieramenti e ideologie"

Riceviamo dall'associazione 'Da Porta Nord alla Brina'

"Cominciamo a pensare a un aggregato che vada al di là di schieramenti e ideologie"

Sarzana - Val di Magra - Siamo giunti ad inizio del nuovo anno e, come consueto, interveniamo per esporre brevemente il nostro punto di vista sulle vicende politico amministrative che hanno riguardato il territorio di Santo Stefano di Magra nell'anno trascorso.

Partendo dalle ultime gesta di un’amministrazione erosa e confusa, prendiamo atto che, a distanza di oltre due anni dal suo insediamento, il Sindaco ha avviato un percorso finalizzato alla cessione delle quote di Svar.

E’ palese che il ritardo è stato determinato dall’esigenza di trovare l’equilibrio con la componente già renziana del partito, accontentata e messa a tacere attraverso la quatta quatta nomina dell’ex Sindaco Juri Mazzanti alla Presidenza di Svar.

In questo contesto, diamo atto dell’onestà intellettuale del Consigliere Salvatore Stelitano che, con le sue dimissioni dal ruolo di capogruppo per diversità di opinioni nel merito, ha tracciato una linea di differenziazione rispetto ai compagni di partito, ormai rappresentativi di una maggioranza stanca i cui componenti si sopportano reciprocamente solo per non portare il paese al voto anticipato.

Sulla questione Svar, ci permettiamo di segnalare all’Amministrazione la via dell’inevitabile approccio nei confronti dell’Autorità Portuale; ciò al fine di comprenderne il disegno industriale e l’opportunità di conferire una valenza portuale, e non di mera retroportualità al servizio di interessi privati, alle aree. Noi riteniamo che il sistema del retroporto vada riletto strategicamente in funzione del valore delle aree e dei sacrifici che i nostri padri sono stati chiamati a sopportare al momento della cessione.. Che ne è stato del Centro Unico doganale per il controllo delle merci proposto tre anni fa e che ricadute ci sono state in termini occupazionali?

Chiediamo che il percorso di alienazione delle quote di Svar venga presidiato da una Commissione composta e guidata da consiglieri di minoranza, nel pieno esercizio dei loro poteri di controllo a garanzia dei cittadini.

Quanto agli altri temi, basta evidenziare che: sono andati persi due anni prima che a Santo Stefano si iniziasse ad ipotizzare una nuova soluzione di edilizia scolastica; quanto al biodigestore di Saliceti, solo la determinazione e la capacità organizzativa dei cittadini ha consentito una presa di posizione da parte del Sindaco, perennemente confusa tra il si, il no ed i ni; i nodi legati alla viabilità sono ancora un incognita, ma sono certi gli effetti di una Cisa ormai satura ed impraticabile; nell’ultimo anno, si è concretizzato il fallimento della pianificazione denominata Arc3 con tutte le preoccupazioni che ne derivano per futuro di quell’area in prossimità del retro porto; la pianificazione edilizia avviene sulla base di un PUC scaduto ma, in compenso, ogni anno, le luminarie natalizie sono sempre più luminose.

La superficialità che accompagna la gestione dell’enorme patrimonio comune dei santo stefanesi fa ritenere che sussista un esigenza fondamentale, che è quella di apportare cambiamento anche nell’approccio ai grandi temi. Per questo lanciamo un appello a tutte le forze politiche in campo perché si inizi a pensare alla costruzione di un aggregato che vada al di là degli schieramenti e delle posizioni ideologiche, in favore di un nuovo gruppo dirigente che sappia valorizzare energie nuove ed affrontare i temi in maniera modernamente pragmatica.

ASSOCIAZIONE DA PORTA NORD ALLA BRINA

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia




























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News