Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 25 Maggio - ore 21.10

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

"Basta gioco d'azzardo nei locali di proprietà del Comune"

Il sindaco Ponzanelli e il presidente del consiglio Rampi lo hanno ribadito nel corso del convegno promosso con Consorzio Cometa e Asl: "Non saranno più presenti videopoker, ci impegneremo fin dai rinnovi delle prossime convenzioni".

"Basta gioco d'azzardo nei locali di proprietà del Comune"

Sarzana - Val di Magra - “Un amministratore deve impegnarsi in prima persona per scoraggiare le occasioni per giocare d'azzardo, come giunta abbiamo il dovere di vietare in modo assoluto l'utilizzo di videopoker in tutti i locali di proprietà del Comune”. Lo ha annunciato oggi il sindaco di Sarzana Cristina Ponzanelli intervenendo al convegno su ludopatia e problematiche ad essa connesse organizzato alla Casa della salute dal Consorzio Cometa con Palazzo Roderio, Asl e associazioni attive sul territorio.
“Questo è un tema di grande attualità di cui è importante parlare – ha sottolineato il sindaco – perché quello che può sembrare un innocuo svago spesso diventa un inferno che intacca patrimoni personali e rapporti familiari. Ognuno di noi ha delle fragilità ma è fondamentale parlarne per capire come contrastare queste dinamiche, perché il gioco d'azzardo è un fenomeno più subdolo della droga e spesso si trova sotto casa”.
Un provvedimento quello annunciato da Ponzanelli, ribadito anche dal presidente del consiglio comunale Rampi: “Già la precedente amministrazione – ha detto – aveva esercitato poteri regolamentari individuando obiettivi sensibili, ma ora è nostro dovere dare indicazioni chiare: all'interno degli edifici del Comune non devono essere presenti macchinette per giocare d'azzardo. Ci impegneremo – ha proseguito – fin dai rinnovi delle prossime convenzioni dei centri sociali per fare la nostra parte anche perché a Sarzana questo fenomeno è molto presente e crea problemi alle famiglie”.

L'incontro si è aperto invece con le parole di Don Franco Martini della cooperativa sociale “Papa Giovanni XXIII”, che ha ricordato: “Abbiamo iniziato ad occuparci di questi problemi sei anni fa quando alcune famiglie erano venute a raccontarci i loro guai. Oggi siamo ancora qui perché vogliamo rendere libere queste persone da tutto ciò che le condiziona e toglie loro dignità”. Enzo Ceragioli, direttore del distretto sociosanitario, ha invece affermato: “In Italia si spendono nel gioco d'azzardo più di cento miliardi, cifra che non può più farci parlare di ludopatia ma di un vero e proprio disturbo da gioco d'azzardo e di una patologia, una dipendenza senza sostanza. Sarzana è il quarto comune della Liguria per soldi spesi, qui si gioca il doppio rispetto agli altri comuni spezzini. Dobbiamo continuare a parlarne perché il problema tocca anziani e adolescenti”.

Enrico Malferrari, responsabile dei progetti e delle strutture dedicate ai giocatori patologici per la “Papa Giovanni XXIII” di Reggio Emilia, ha invece ricostruito la storia del gioco dall'antichità fino ai giorni nostri per un comparto che attualmente è dominato da slot e videolottery che introitano circa 50miliardi mentre sono in crescita giochi online e scommesse sportive.
Infine Alfredo Casini, referente Asl5 per il gioco d'azzardo: “Si tratta di una vera e propria malattia – ha concluso – e abbiamo l'obbligo di curarla. Attualmente abbiamo in carico 104 persone che seguiamo con diversi trattamenti a seconda delle esigenze. Le persone non devono colpevolizzarsi ma avere consapevolezza che si stratta di un fenomeno che può essere affrontato. Gli utenti il più delle volte non pensano di avere un problema e stentano a contattarci. Noi li aspettiamo, e abbiamo a disposizione il numero del sert di Sarzana (0187604496) e il numero verde della Regione (800185448), siamo pronti ad ascoltare tutti”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia




























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News