Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 23 Marzo - ore 13.53

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

"Al San Bartolomeo infermiere reperibile chiamato per sopperire a campanello rotto"

Battistini presenta interrogazione in consiglio regionale.

"Al San Bartolomeo infermiere reperibile chiamato per sopperire a campanello rotto"

Sarzana - Val di Magra - “L’azienda spezzina attiva un infermiere reperibile perché non funzionano i campanelli”. Lo denuncia Assunta Chiocca, segretaria del Nursind La Spezia, aggiungendo: “La Asl 5 sfrutta gli infermieri in ogni modo per sopperire a tutti i disservizi, alle disorganizzazioni e alle carenze del proprio sistema sanitario. Ultimo episodio lo scorso 24 gennaio quando un Infermiere reperibile è stato chiamato perché non funzionavano i campanelli nel reparto multi specialistico del San Bartolomeo di Sarzana. Ha dell’incredibile il fatto che non si sia pensato di attivare la reperibilità del tecnico elettricista per riparare il malfunzionamento, bensì il responsabile dell’area ha chiamato un infermiere in reperibilità che invece di prestare assistenza, ha dovuto fare da “campanello umano”. Il paradosso è che nel reparto in questione NurSind aveva più volte segnalato una carenza di infermieri di notte – sottolinea - perché la dotazione è di solo due infermieri in servizio per 24 posti letto senza personale ausiliario in un reparto dove bisogna offrire un assistenza ad alta intensità. L’azienda non è intervenuta per aumentare gli infermieri in servizio e il giorno 24 gennaio la “sorpresa” di un infermiere in più, ma non per assistere i pazienti, ma solo per “girare per le stanze per sostituirsi al campanello”. Una situazione inaccettabile che oltre allo sfregio alla professione infermieristica implica anche un danno erariale a carico del responsabile che ha attivato la chiamata dell’infermiere. E’ stato pagato un turno intero di straordinario (inutilmente..) all’infermiere, quando potevano bastare poche ore per sistemare il guasto al sistema dei campanelli. Un episodio – conclude - che non potrà essere lasciato cadere perché la reperibilità infermieristica (peraltro più volte contestata da NurSind) deve essere utilizzata soltanto quando c’è reale emergenza sanitaria: non si può ricorrervi sempre, facendo saltare il necessario riposo ai lavoratori e retribuendo la pronta disponibilità come straordinario: si commette un danno all’Erario e NurSind provvederà a fare chiarezza. Per non parlare dell’amarezza di vedere svilita in questo modo la professione infermieristica”.
Sull'accaduto è intervenuto oggi anche il consigliere regionale di Rete a Sinistra – LiberaMente Liguria Francesco Battistini, il quale ha affermato: “I guasti possono verificarsi ovunque e in qualunque momento, non è davvero questo il nodo centrale. Ciò che stupisce della vicenda è la decisione assurda presa da ASL5 per far fronte al disguido: ricorrere alla reperibilità di un infermiere e trasformare, dunque, un operatore sanitario altamente qualificato in un campanello vivente. Immaginiamo l’infermiere impegnato a girare per i 24 letti che compongono la corsia multispecialistica non per svolgere assistenza sanitaria ma per controllare costantemente se i pazienti avessero o meno delle necessità. Abbiamo deciso, dunque, di raccogliere la segnalazione che arriva dal NursInd, una delle sigle sindacali che rappresentano gli infermieri in ASL5, e di presentare un’interrogazione in Consiglio Regionale. Sostanzialmente la domanda che ci poniamo è: per quale motivo non è stata chiamata la squadra tecnica? Sarebbe stato più appropriato ripristinare subito il guasto, invece che sottrarre un infermiere dalle sue ore di riposo per svolgere un compito che evidentemente non gli compete. A meno che non vi sia un appalto con l’impresa che si occupa di manutenzione che impedisca o renda complesso l’intervento tecnico urgente fuori dal consueto orario di lavoro”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia




























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News