Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 24 Agosto - ore 10.34

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

"Al 'Cardinal Maffi' situazione insostenibile per lavoratori e utenza"

Menconi (Cgil): "Carichi di lavoro troppo alti, servono altre due unità di personal assistenziale. Senza giuste condizioni pronti a bloccare straordinari e cambi turno".

"Al 'Cardinal Maffi' situazione insostenibile per lavoratori e utenza"

Sarzana - Val di Magra - “La situazione lavorativa all'interno della struttura “L'Olmarello” di Castelnuovo Magra, gestita dalla Fondazione Casa Cardinal Maffi, è diventata oramai insostenibile per lavoratori e utenza”. È quanto denuncia la segreteria CGIL Fp di Massa Carrara con il segretario Alessio Menconi. “Abbiamo segnalato da tempo alla Fondazione – spiega - le difficoltà di gestione legate sostanzialmente ad un aumento dei carichi di lavoro ai quali non è seguito alcun incremento di personale, ma i tavoli sindacali svolti fino ad oggi non lasciano presagire soluzioni brevi”.
All'interno della struttura residenziale psichiatrica si trovano infatti attualmente circa quaranta pazienti con problematiche anche fisiche, che necessitano di assistenze particolari e circa nove persone sottoposte a trattamento contenitivo con fasce e sbarre a letto. Il tutto gestito con un organico di circa venticinque tra personale assistenziale, infermieristico ed educativo, diversi con limitazioni della capacità lavorativa. “Lavoratori e lavoratrici – sottolinea Menconi - in turno dalle 6 del mattino sono costretti in caso di assenze per malattia dei colleghi a fermarsi e prolungare il proprio turno, raddoppiando il carico di di lavoro. Abbiamo constatato che il numero delle malattie tra il personale di Olmarello è elevato, e abbiamo cercato di spiegare alla responsabile e agli interlocutori venuti da Cecina, dove ha sede la Fondazione, che ciò è dovuto probabilmente anche alla mancanza di benessere lavorativo all'interno della struttura. Gli abbiamo detto che lavoratori e lavoratrici denunciano di non potersi più soffermare neanche per una parola di conforto per i pazienti, che invece ne avrebbero molto bisogno; non una parola, non un gesto...non c'è tempo, tutto deve scorrere attraverso un modello organizzativo incentrato sul risparmio e la quantità, non certo la qualità”.

“Nell'ultimo periodo sono aumentate frequentemente le richieste di intervento delle forze dell'ordine per trattamenti sanitari obbligatori, e questo rischia di scompensare ulteriormente lo stato psichico di persone già fortemente provate e fragili. A fronte di tutto questo Fondazione si è rifiutata di procedere a nuove assunzioni di personale, disattendendo nei fatti quella che hanno sempre sbandierato come ”Mission”: la centralità della Persona. La Funzione Pubblica CGIL di Massa Carrara chiede quindi un intervento immediato della Proprietà con assunzione di due unità di personale assistenziale”.
“Se non si troverà la giusta condizione – conclude - saremo costretti a bloccare straordinari, cambi turno, salti riposo. Non è nostra intenzione mettere a disagio l'utenza, ma facciamo tutto questo a tutela di ospiti ed operatori: il benessere degli uni è sempre legato a quello degli altri”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia




























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News