Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 21 Marzo - ore 13.45

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Tra porchetta e dieta. La nutrizionista in fiera

di Erika Perini, biologa nutrizionista

Pillole di nutrizione
Tra porchetta e dieta. La nutrizionista in fiera

- San Giuseppe è alle porte e la città è già in fermento.
Il Re della festa è sicuramente lui: il panino con la porchetta.
Come tutti sanno, la porchetta è un maialino arrostito, precedentemente eviscerato, disossato, speziato, condito e cotto al forno.
Altrettanto noto è il fatto che esistono varie tipologie di porchetta (Ariccia, Umbra, Abruzzese, Marchigiana, Romagnola ecc.) caratterizzate da differenti miscele di spezie utilizzata per la preparazione e tutte estremamente saporite: e così l’epica lotta tra i sostenitori della porchetta di Ariccia e di quella Umbra, che gli avi raccontano disputarsi tra i banchi della fiera sin dal 1653, è destinata a protrarsi in eterno.
Vediamo ora questa pietanza da un punto nutrizionale.
A causa dell’elevata quantità di grassi e proteine e della pressoché assenza di fibre e carboidrati, la porchetta è considerata un alimento molto calorico.
Ciò è certamente vero ancorché la quantità di calorie per 100 gr di prodotto può variare molto sia in base all’animale utilizzato per la preparazione, sia in base ai tagli di carne che andremo a degustare. La parte centrale della pancia, ad esempio, è solitamente molto più grassa di spalla e coscia. E’ possibile tuttavia stimare che le calorie presenti in 100gr di prodotto, possono andare dalle 250 alle 400 kcal.
La porzione media di porchetta che dovrebbe trovarsi all’interno di un panino è circa 120gr.
Dato l’elevato apporto energetico, la porchetta è un alimento sconsigliabile in caso di sovrappeso e non si presta alla dieta ipocalorica dimagrante.
Inoltre, vi è un generoso contenuto di colesterolo e sale che la rende poco consigliabile prima in caso di ipercolesterolemia e poi in caso di ipertensione.
Molti credono che la cotenna sia una porzione ricca di lipidi; al contrario, si tratta di una superficie contenente collagene che, di per sé, contiene prevalentemente proteine: tuttavia è al di sotto di essa che si mostra un evidente strato di tessuto adiposo; e non è un caso che anche l'apporto di colesterolo sia piuttosto elevato in questo punto.
E quindi come fare? Bisogna saltare il nostro panino preferito? Ahh non sia mai…
Il consiglio della nutrizionista di oggi è molto semplice: godersi il proprio panino con tutta serenità mettendo in atto alcune accortezze.
- Non abusarne. Toglietevi lo sfizio e ritornate al vostro regime alimentare.
- Bere molta acqua al fine di contrastare l’eccesso di sale.
- Mantenersi attivi e quindi muoversi.
- Cercare una porchetta magra e, se possibile, farsi imbottire il proprio panino con la parte più magra dell’animale.
- Nel caso, eliminare la parte di grasso evidente sotto la cotenna.
- Se non siete tipi da panino in fiera ma da porchetta a casa allora importante cercare di accompagnare l’alimento con una porzione di verdure al fine di aumentare le fibre, aumentare senso di sazietà e contrastare l’assorbimento di colesterolo.

ERIKA PERINI

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News