Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 20 Agosto - ore 20.17

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Te-Chini-chi, ecco la prova che i cinesi sono venuti cinquant'anni fa...

di Bert Bagarre

sprugoleria
Te-Chini-chi, ecco la prova che i cinesi sono venuti cinquant'anni fa...

- Nella grande piazza del mercato, da decenni coperta e dove da molti più decenni ogni brava suddita di Sprugolandia si reca ogni mattina a fare la spesa per preparare il pranzo allo sposo, i banchi fino a tutto sommato non molto tempo fa, erano appannaggio quasi esclusivo dei nativi che, nati e cresciuti sulle rive del grande lago della Sprugola, erano diventati, come la tradizione comanda, cittadini autentici della grande comunità che attorno a quella sorgiva conduceva l’esistenza. L’unica eccezione a questa regola era il permesso, è cosa che accadde tanto tempo fa, che veniva accordato settimanalmente alle sarzanine che occupavano, ma solo per il breve lasso di tempo di giorni uno, qualche spazio della vendita per proporre agli acquirenti indigeni quanto avevano prima coltivato e poi raccolto nella grande piana alluvionale che sta a levante della Sprugola.

Ai dì nostri, invece, se si gira per la piazza, i volti dei venditori tradiscono origini lontane ed esotiche che spaziano dal Maghreb fino agli occhi a mandorla: un elemento questo che per rivelare la provenienza di chi ne è dotato, è più eloquente della carta d’identità. Una volta li guardavamo perplessi, oggi non ci facciamo più caso. Del resto, la globalizzazione, volere o volare, fa parte ormai del nostro Dna e a chi mai importa più l’origine dei cromosomi a cui nessuno, al punto dove siamo, più fa caso. Per scegliere dove comprare, ognuno fa i conti unicamente con il borsellino e la qualità del prodotto che cala nella sporta. Del resto, la gente di origine cinese abita da queste parti da un bel po’ di tempo, almeno dalla fine della seconda guerra mondiale. Le notizie che qua arrivavano da parti lontane del pianeta terra, facevano conoscere nomi strani e buffi, come del resto i nostri saranno suonati bizzarri a chi li sentiva dall’altra parte del mondo.

Mao Tze Tung e Ciù En Lai, per dire un paio di nomi, fecero presto scendere da queste parti un simpaticissimo ometto, Te-Chini-chi, che andava in giro sempre accompagnato dal fratello A-Chino-ciùn-là. L’amabile coppia era diventata compagnia abituale per il popolo di Sprugolandia che, eravamo allora nell’immediato dopoguerra, non mancava mai di farli comparire nei discorsi che intratteneva con amici, colleghi e familiari. La razza sprugolotta, sprovincializzatasi per il contatto con chi il conflitto aveva portato qua, rappresentava l’altro da sé appena scoperto giocando con i nomi, caratteristica con cui meglio si poteva dire dei “diversi”. Oggi dopo cinesi, latinos e africani, si afferma la comunità bengalese. Mèamen Bato è stato il primo a arrivare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia










Ecco lo Spezia 2018/19, che campionato farà?


































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News