Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Domenica 23 Aprile - ore 09.12

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Tavolara, Beta ai gestori: "I cani non sono vostri"

Intervento di Marzia Lazzoni, presidente dell'associazione.

Tavolara, Beta ai gestori: `I cani non sono vostri`

- Riceviamo e pubblichiamo l'intervento di Marzia Lazzoni, presidente dell'associazione 'I Tesori di Beta', in risposta all'articolo pubblicato ieri su CDS (qui).

Il signor Zagni non si è limitato a prendere le difese come dipendente. Lo Zagni oltre ad aver usato parole scurrili e poco educate nei confronti di persone che lamentano un malessere ci ha intimato a levare i nostri cani BETA dal canile entro venerdì, mentre invece dalla gestione non una parola tranne queste poche righe a mezzo stampa, ed è sempre così, ogni qualvolta ci siano problemi interviene sempre e solo Zagni, come mai, io mi domando, se è un semplice dipendente?
Come mai, pur lamentandoci, teniamo i cani a pensione da voi? Semplice: a parte che le lamentele sono sempre fatte in forma costruttiva e recepite da voi ogni volta come forma di rappresaglia e quindi ci vediamo costretti ad appoggiarci alla stampa per informare cittadini ed istituzioni dei fatti, ma i cani non vengono spostati nonostante tutto perché nati e cresciuti in quel posto, in cerca di adozione, certo, ma mantenuti a Tavolara per evitargli lo stress di un altro box a loro sconosciuto, sopratutto Sirenetta, e mi meraviglio non riusciate a capirlo.

Le modifiche del regolamento? Non avete accettato nulla delle modifiche necessarie per rendere il vostro regolamento democratico, nulla, siete entrati in un canile dove il volontariato funzionava a meraviglia, e chi ci conosce e frequentava la struttura lo sa bene, e avete cercato di fare di tutto per frantumare Beta. I volontari di Beta che stanno andando in canile a far sgambare i cani non solo solo tre ma una dozzina. Una dozzina che purtroppo ha dovuto firmare il modulo e dunque sottostare al regolamento pur di non lasciare i cani.

Le adozioni che avete fatto in 4 mesi dal vostro ingresso sarebbero 10 cani comunali? A me risultano 2, Kamal grazie al lavoro costante di Alessio, Ugo,e forse quel cane portato da La Spezia, Willy; le altre erano adozioni già in atto al vostro ingresso e animali adottati da volontari BETA. Avendoci negato da subito il diritto come associazione di continuare a far adottare i nostri amici a quattro zampe con queste siamo ferme, diritto che ci state negando come ci state negando di continuare a portare a lavare i cani; è più di un anno che abbiamo organizzato con una toelettatura di zona un lavaggio a settimana per un cane del canile e giorni fa siete andati al negozio dicendo che non abbiamo più l'autorizzazione noi di BETA a
a portare cani a lavare che da quel momento in poi avreste deciso voi chi portare e da chi farlo portare. Ricordatevi che i cani che avete in struttura non sono vostri ma dei comuni con voi convenzionati, i quali già da anni ci hanno permesso, tramite accordi scritti, di portare i loro cani fuori dalla struttura con permessi permanenti quindi non potete voi negarci questo: i cani non sono vostri.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure