Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Domenica 27 Settembre - ore 21.39

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Quella lezione così attuale di Paola Maggiordomo

Quella lezione così attuale di Paola Maggiordomo

- Proprio mentre la scuola attraversa il periodo forse più difficile del dopoguerra, stretta tra misure anti epidemia e nuove tecnologie, se n’è andata Paola Maggiordomo, a lungo insegnante elementare e poi direttrice didattica. Ma anche sindacalista e attenta formatrice di nuovi insegnanti. Aveva settantasette anni: da diverso tempo era in pensione, ma, come ha ricordato don Francesco Vannini nel corso della Messa funebre nella chiesa di piazza Brin, non aveva cessato di "prendersi cura" degli altri. Così collaborava con la parrocchia per insegnare italiano alle persone immigrate provenienti dall'Africa e dall'America Latina: un modo, ha detto don Francesco mettendo a fuoco un lato prezioso del suo carattere, non solo per svolgere un servizio diretto, ma anche per comprendere sempre di più le persone e gli eventi. Con Paola Maggirdomo sembra chiudersi idealmente, proprio nel corso di un anno così impegnativo, una stagione importante nella storia della scuola spezzina, quella del dopoguerra, del "boom" economico e del "dopo Sessantotto". Di quella stagione, alla Spezia come altrove, sono stati protagonisti i maestri cattolici della "nidiata" allevata dal direttore Claudio Solari, a lungo presidente della sezione spezzina della loro associazione. Tra le persone di spicco, proprio Paola Maggiordomo, l'ispettore Carotenuto, l'ispettore Chiappini, le sorelle Bertella e numerosi altri. Maggiordomo, a lungo sindacalista della Cisl Scuola, fu in particolare tra i grandi animatori dei "decreti delegati": il tentativo, purtroppo in parte fallito, di far crescere la scuola come "comunità educante". C'era in quell'impegno una visione profondamente laica ma proprio per questo profondamente cristiana, per mettere al centro del dialogo educativo la persona, e con la persona la famiglia. Consapevoli che nessuna stagione dei diritti può davvero divenire concreta se non affiancata da una parallela "stagione dei doveri". Paola Maggiordomo questo non lo insegnava soltanto nei corsi di formazione, ma lo praticò con grande serietà da direttrice didattica e poi dirigente scolastica alla Chiappa. Non a caso, al rito funebre erano davvero tanti i colleghi e le insegnanti che da lei hanno appreso a fare scuola nei tempi delle grandi trasformazioni. Per questo ci sarà bisogno di ricordare ancora e di attualizzare la sua testimonianza.

Egidio Banti

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia






FOTOGALLERY




















Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News