Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 20 Luglio - ore 18.48

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Quartieri, parlamentini, circoscrizioni e un passato lontanissimo

di Bert Bagarre

sprugoleria
Quartieri, parlamentini, circoscrizioni e un passato lontanissimo

- ‘Na vota, ciù o meno 40 anni fa, molta gente aveva drento a zuca ciù idee e ideali che cavei sovra, e erano tutti capelloni. Uno dei sogni era che la società si potesse evolvere attraverso la collaborazione popolare. Alla crescita ognuno contribuiva portando il proprio apporto. Dal pluralismo degli interventi, poi, sarebbe nata la sintesi capace di spostare in avanti le cose dirigendole verso il mondo perfetto.
La terra di Sprugolandia, accogliendo un pensiero diffuso, pensò di dare vita ad undici consigli di altrettante circoscrizioni dove i cittadini attraverso i rappresentanti eletti avrebbero espresso le loro istanze.
Ciò succedeva solo pochi decenni fa, ma l’epoca vista con gli occhi di oggi, pare il Mesozoico anteriore se pensiamo a come è cambiata ogni cosa. Basta solo dire che in quell’epoca lontana gli abitanti di questa terra superava le 115mila unità e non c’erano immigrati.

Così nella nostra landa ci furono ben undici parlamentini. Furono sede di discussioni anche molto discusse, i cui partecipanti, è una mia impressione odierna, sublimavano così la frustrazione per non sedere in scranni maggiormente altolocati.
Poi, il numero delle circoscrizioni fu progressivamente ridotto ché si desse di loro un’immagine più aderente al reale. La gente non si poneva più i problemi di prima, ma volgeva la propria passionalità su obiettivi che prima era peccato mortale manifestare. Infine, il peso che le circoscrizioni esercitavano sulla spesa pubblica le fece decadere fino ad essere quisquiglia. La notizia che più interessò fu che Migiaina la rossa aveva eletto nel suo consiglio fra tanti compagni anche un camerata. I quartieri restarono in vita perché (questione di immagine) garantivano alla landa un miglior piazzamento nella classifica nazionale fino a che una legge non fece piazza pulita di quanto era solo relitto di epoca passata.

Rimasero solo gli uffici destinati al piccolo cabotaggio. Appendici della burocrazia, chi ne aveva diritto, e forse anche qualcuno che bleffava, presentava richieste per avere contributi sulle bollette di acqua, gas luce, spazzatura. L’ufficio riceveva le domande che inoltrava a chi di dovere per la loro eseguibilità.
Pochi giorni fa, l’Autorità della landa ha chiuso gli sportelli decentrati destinando un ufficio del palazzo municipale a ricevere le domande.
Apriti cielo! Subito non pochi hanno manifestato perplessità e rammarico per essere stati privati della possibilità della rappresentanza. Ma chi si lamenta ora, si rende conto che da tempo gli uffici distaccati servivano solo a ricevere richieste per non pagare la rumenta?

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia































Un tuffo nel passato rompendo con la tradizione. Come giudicate la nuova maglia da gioco dello Spezia Calcio?












Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News