Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 23 Agosto - ore 22.30

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Pronti, attenti, bau! Ora "Camillo" scodinzola su CDS

Le basi di una sana relazione con il proprio cane. L'educatore cinofilo Juri Vergassola accompagnerà i lettori in questo nuovo viaggio.

Pronti, attenti, bau! Ora `Camillo` scodinzola su CDS

- Quant'è difficile parlare di cani. Del loro benessere, della loro natura, delle loro esigenze. Difficilissimo. Soprattutto in quest'età di tuttologia spinta e totalitarista. Di aggiramento folle di ogni profondità. Eppure, abbiamo deciso di provarci. Con "Camillo", una rubrica affidata alla professionalità di Juri Vergassola, educatore cinofilo. Ed è Juri a presentare questo nuovo sentiero intrapreso da Città della Spezia.

"Cari lettori - esordisce l'educatore - uno dei modi più forti e immediati che hanno i cani per farsi comprendere da noi, è quello di mancare. Purtroppo quando li abbiamo non spendiamo mai abbastanza tempo ad osservarli e capirli fino in fondo. E' capitato a tutti nella vita , ma credo che questo ci debba essere utile e non vada letto come un'esperienza negativa. Il cane è un individuo con precise necessità che non sono le nostre, va rispettato e amato. Proprio per questo, prima di trattare i tanti e vasti argomenti cinofili, vorrei invitare a sviluppare una nuova abitudine. Cercate di prendere del tempo per osservare il vostro amico a quattro zampe, guardatene attentamente le caratteristiche fisiche, come utilizza il linguaggio del corpo, come interagisce con i suoi simili, il modo in cui dorme, corre, gioca, mangia, ed esprime se stesso. Lasciatelo correre nel bosco, farsi un bagno al fiume, rosicchiarsi un legnetto, lasciatelo rotolare nel fango, lasciatelo interagire con i propri simili, lasciatelo sbagliare. Sì, perchè gli sbagli servono a tutti per crescere e migliorare, fanno parte della natura di ogni individuo.Ovviamente per fare tutto ciò il cane ha bisogno di un'educazione di base costruita dopo che si è creato un rapporto di stima reciproca".
Un monito: "Il cane è differente da noi, mettiamocelo in testa, va vissuto per quello che è: l'errore più grande che possiamo fare è quello di pretendere che viva il nostro mondo esattamente come lo viviamo noi, con gli stessi parametri insomma. La sua visuale è dal basso, il tipo di vista è differente - provate a mettervi a quattro zampe e vedere il mondo da laggiù -, ha bisogno di leccare, odorare e ascoltare per poter esprimere se stesso ed essere soddisfatto della sua esistenza. Questo gli dice di fare il suo Dna. Non possiamo frenarlo, dobbiamo saperlo leggere e valutare. Se vogliamo che il nostro cane sia educato, socializzato ed equilibrato dobbiamo prima garantirgli i suoi bisogni primari, in modo da avere al nostro fianco un individuo più rilassato e quindi pronto per apprendere le basi dell'educazione e della socializzazione".
Ovviamente il discorso non può fermarsi qui perché i cani non sono tutti uguali - menomale - e si differenziano per motivazioni e vocazioni di razza, che variano a seconda della morfologia o della destinazione d'uso dei sensi o delle caratteristiche fisiche. Per esempio, se il mio cane è da caccia, non potrò pretendere di fare poche passeggiate e di non vedere mai boschi o campagne: per garantirgli una vita dignitosa, dovrò prima di tutto fargli sfogare al massimo le sua vocazione esplorativa e di ricerca. In questo modo lui sarà più predisposto a recepire le mie indicazioni educative per vivere assieme una piacevole convivenza nelle più diverse situazioni. Certo, bisogna avere pazienza e una grande voglia di mettersi in gioco come umani, ma vi assicuro che il lavoro fatto vi darà enormi risultati sia dal punto di vista emozionale che pratico. Avrete il privilegio di vivere il rapporto più stretto e sincero che possiate immaginare".
Un rapporto, quello tra umani e cani, che deve avere fondamenta solide. Abbiamo bisogno di apprendere il linguaggio dei nostri amici quadrupedi, di ottenere e dare fiducia, e sopratutto di rispettare le necessità dell'individuo che abbiamo di fronte.
Con le prossime puntate della rubrica "Camillo" saranno trattati diversi argomenti: in questo debutto, era necessario sottolineare quali sono le basi di una sana relazione. Quindi, gente, preparatevi: il nostro sarà un bellissimo viaggio. Armatevi di curiosità ,amore, pazienza, e tanta voglia di scoprire cosa vede un cane in quel magico modo là fuori. Ai blocchi di partenza... ponti, attenti, bau!

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure