Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 23 Agosto - ore 15.47

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Piazza Verdi, il comitato: "Non c'è alcun motivo per brindare"

Piazza Verdi, il comitato: `Non c´è alcun motivo per brindare`

- A cosa brinderanno Federici, Mori e Compagnia festante il prossimo 30 dicembre nella ex Piazza Verdi?
A una piazza che è costata agli spezzini oltre 4 milioni di euro e che si sbriciolerà nuovamente più volte cagionando costi di manutenzione elevatissimi?
Al disastro cagionato ai commercianti della zona, messi letteralmente sul lastrico dall’arroganza e incompetenza assoluta di questa amministrazione?
A un'opera consegnata alla città con oltre due anni di ritardo per i molti errori e orrori commessi nel iter amministrativo?
O brinderanno a un luogo palesemente pericoloso che potrebbe mettere a rischio i frequentatori della piazza?
Ai soldi di Enel erogati dall’ente per migliorare la qualità della vita dei quartieri del Levante e brutalmente sottratti ai legittimi destinatari, per pagare architetti, mattoni, travertini assortiti e altre varie “opere dell’ingegno”?
O alle fioriere in legno, ultima autentica chicca tra le molte scelte sbagliate, che si autodistruggeranno entro un anno, come è accaduto alle povere magnolie (e per fortuna vista la loro bruttezza)?
Lo vogliamo dire apertamente e senza alcun dubbio.
Questa “festicciola improvvisata” peraltro a piazza ancora tutt’altro che terminata, ci pare più che altro una reazione “psicotica” di carattere elettorale da parte di una amministrazione con la coda di paglia e il cappello del clown.
Un gesto scellerato e provocatorio, come la maggior parte delle cose che si sono viste in questi ultimi anni, nei confronti di una larga parte della città che verso il progetto Vannetti-Buren ha dimostrato da sempre grande avversione.
Un gesto che fa il paio con la discesa in piazza, la mattina del taglio del filare dei pini, delle massime cariche amministrative della città che con fare da “podestà” provocavano palesemente i cittadini contrari e giustamente contrariati.
Certe cose una amministrazione seria e corretta non le fa.
Non c’è proprio nulla da brindare nella vicenda Piazza Verdi, visti i ritardi, il troppo denaro speso, e gli enormi costi imposti alla collettività in termini di disagio.
Anzi, forse un motivo per brindare Federici e C. lo avrebbero (ma nelle segrete stanze del palazzo).
E’ quello che nessuno, per rispetto dei commercianti e degli spezzini tutti, ha deciso di presentare a suo tempo, l’ennesimo ricorso alla magistratura, che avrebbe bloccato nuovamente i lavori per le evidenti inottemperanze alla sentenza del TAR del 10 febbraio scorso.
Quella sentenza che condannava il Comune, obbligandolo a seguire alla lettera quanto richiesto dal Ministero dei Beni Culturali.
Quella sentenza è stata palesemente non rispettata.
Basta leggere le circolari del ministero e dare uno sguardo alla piazza.
E naturalmente nessuno ha ancora una volta controllato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure