Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 21 Agosto - ore 00.20

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Piazza Verdi, ambientalisti e comitati: "Troppi 290mila euro per progettazione, incentivi e direzione lavori"

Piazza Verdi, ambientalisti e comitati: `Troppi 290mila euro per progettazione, incentivi e direzione lavori`

- Ci riferiamo alla determinazione dirigenziale nr. 4550 del 03/8/16 (e successiva nr 4554 del 03/8/16) nella quale viene riconosciuto al progettista D/L arch. Vannetti per "perizia di variante" un importo di circa 80.000,00 euro.

Senza entrare nei dettagli, per altro molto illuminanti, di come si stia lavorando notiamo:

- il preventivo di spesa iniziale aggiornato al 17/6/14 con inserita una voce imprevisti di euro 180.000,00 : inizialmente nel 2013 era di 330.000,00 euro come dire “alla faccia di un progetto già esecutivo” prevedeva un costo totale per la riqualificazione della Piazza di euro 2.700.000,00

- il costo ora è nuovamente salito, ed i lavori non sono finiti, a euro 3.250.000,00 e la voce imprevisti è scomparsa.

- l'ultimo aggiornamento comprende un "accordo bonario" con la ditta NEC (extracosti di euro 205.000,00) ed una voce progettazione D.L., coordinamento sicurezza per un totale pari a euro 275.000,00.   
Si deve poi aggiungere una progettazione “virtuale” con aggiornamento di euro 13.000,00 e rilievi archeologici per un totale di euro 28.000,00.     
L'incentivi alla progettazione (destinati ai tecnici del Comune) sono euro 15.000,00… niente male!!!

- in questo aggiornamento non ci risulta essere stato inserito l'extra riconosciuto all'arch. Vannetti se non parzialmente (euro 44.000,00).

Tutto questo denaro uscirà dalle tasche degli spezzini, in un modo o nell’altro per un progetto che durante la sua realizzazione ha evidenziato carenze ed inesattezze incontestabili ed allarmanti che di seguito ricordiamo:

- la datazione della messa a dimora dei pini centrali era sbagliata e questo poteva e doveva essere verificato in sede di progetto esecutivo indipendentemente dalle relative conseguenze

- la corsia destinata al transito dei mezzi pubblici è stata di fatto allargata a scapito del marciapiede pedonale in quanto non consentiva così come inizialmente progettata l'imbocco e l'uscita dei mezzi.

- non è stata fatta un indagine preventiva archeologica (nessuno sapeva che sotto la Piazza esistevano i resti del Politeama e del Quartiere del Torretto?)
Tale indagine, peraltro prevista dalla legge (D/L 163/2006 art.95 e 96) avrebbe evitato sospensioni di cantiere con relativi extracosti per varianti e rilievi

- il cosiddetto "cemento architettonico" delle corsie veicolari è stato per buona parte rifatto ma è già tutto macchiato (non doveva essere idro e olio repellente??) e variegato con colorazioni diverse in alcuni punti già crepato e con persistenti trasmissioni di vibrazioni agli edifici adiacenti

- il travertino nelle corsie è stato eliminato malgrado le assicurazioni che la rottura dello stesso dipendeva da un difetto di posa e non di materiale

- il problema "sicurezza" è ben lungi dall'essere risolto: la "commistione" fra spazi veicolari e pedonali non può essere assolutamente accettata in una piazza con scuole ed edifici pubblici.   
Come si rimedierà: transenne permanenti, fioriere, vigili presenti di giorno e di notte? Comunque altri costi!

E qui ci fermiamo, non conoscendo ancora la variante della zona centrale approvata solo il 22/7/16 dalla Sovraintendenza.

Certo è che pagare un totale di euro 290.000,00 per progettazione, DL, collaudi, incentivi su un progetto il cui costo iniziale era di euro 2.800.000,00 (compresi euro 330.000,00 di imprevisti) è una bella cifra.

Forse i soldi (nostri) sarebbe stato meglio chiederli a chi ha sbagliato… anziché darli.

Attendiamo ora il parere della Corte dei Conti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure