Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 22 Agosto - ore 22.35

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Palline, lotta e qualche regola: giocare con il cane

di Juri Vergassola

Palline, lotta e qualche regola: giocare con il cane

- Cari lettori, il gioco, per i cani è una grande palestra sia mentale che fisica.
Non è un aspetto da sottovalutare, non è un momento di baldoria assoluta e senza regole che si fa un po' a seconda di come va la giornata.
E' qualcosa che va ad agire nel profondo, attraverso il quale possiamo insegnare al nostro cane parecchie cose, come divertirsi veramente e stare bene con noi, con se stesso e con gli altri.
Ma sopratutto non deve diventare un'ossessione da pallina senza freni e senza un minimo di distacco da quello che è solamente un oggetto e non una ragione di vita.
Una pallina può essere divertente, ma non deve diventare l'anello di congiunzione del nostro rapporto, ad esempio quando il nostro cane viene da noi o compie un comportamento solo se abbiamo la pallina con noi.
E' solamente un oggetto con il quale si passa del piacevole tempo assieme e si impara qualcosa.
Inoltre è necessario che il cane mentre gioca ,oltre a divertirsi, apprenda qualcosa in modo da essere ancora più appagato dal nostro momento ludico insieme.

Andiamo a vedere alcuni tipi di gioco

IL GIOCO FISICO

Quante volte abbiamo casi di cani che per giocare saltano continuamente addosso o mordicchiano incessantemente mani, braccia, felpe, gambe?
Ecco in questi casi, non ci sono state indicazioni chiare e precise sulle modalità per avere un interazione fisica uomo-cane sana e costruttiva.
É ovvio che dobbiamo mettere delle regole, ovvero bisognerebbe mettere uno start ed uno stop al tutto in modo che l'eccitamento del cane non vada oltre e che la cosa non diventi stressante e fastidiosa. Se osservate due cani ben socializzati che giocano osserverete che c'è un ingaggio, una fase di gioco e poi uno stop dato da uno dei due soggetti, che si ferma e per esempio marca il territorio, beve acqua oppure annusa per terra. In poche parole, blocca il dinamismo dell'azione rallentando il proprio movimento e dedicandosi ad un attività personale, in modo da dare un segnale chiaro.E' un modo salutare e divertente di giocare, ed anche un apprendimento sociale importantissimo.

IL GIOCO CON GLI OGGETTI

Palline , trecce, pupazzi a forma di qualsiasi cosa e altro ancora.
Sono tantissimi gli oggetti che si possono trovare per giocare con il nostro amico a quattro zampe. Anche qui c'è il bisogno di insegnare qualcosa, di dare il giusto valore all'oggetto cercando di non sottovalutarlo e di non sopravvalutarlo.
Evitiamo dunque di avere stanze o giardini tempestati dei più svariati giochi a disposizione del nostro cane, perché dopo un po si stuferà e l'oggetto perderà di valore e non sarà più una discriminante per passare assieme un momento divertente e costruttivo.
Evitiamo dunque di fare lanci a caso o di rincorrere il cane per tutto il giardino che scappa con il gioco.
Diamo un senso, applichiamo un buon metodo in modo che il lancio di una pallina diventi una buona attività fisica, un bel divertimento ed un accrescimento del vostro rapporto uomo-cane.
Se il cane affronta il divertimento con una situazione mentale serena, riuscirà a capire ciò che sta facendo e quindi a trovarlo ancora più spassoso.
D'altronde se ci pensate bene, se giocate una partita di tennis con un vostro amico, non penso che dobbiate rincorrerlo per tutto il campo senza sosta per poi una volta raggiunto ridargli la palla.

Ringraziandovi per la vostra attenzione vi do appuntamento alla prossima settimana: continueremo a parlare del gioco.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure