Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 23 Agosto - ore 22.30

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Lettera: "Tremila idonei per i Vigili del fuoco, ma si fa nuovo costoso concorso"

Lettera: `Tremila idonei per i Vigili del fuoco, ma si fa nuovo costoso concorso`

- Gent.li Lettori,

Predicare bene e razzolare male è il nuovo dictat diffuso dalla quotidianità e mentre tutti si spendono per l’occupazione giovanile e cercano di impedire l’esodo di noi giovani all’estero, compreso il meglio delle nuove giovani menti, in realtà AVVIENE IL CONTRARIO.
Il sottoscritto che vi scrive, come altri 3000 ragazzi e ragazze circa, è da ben otto anni in graduatoria degli “idonei non vincitori” del concorso nazionale per 814 Vigili del Fuoco del 2008, attendiamo invano di essere chiamati, ma il Ns Governatore ha deciso di scartarci inventandosi un nuovo concorso, funesto e costosissimo, per 250 VVF, uscito il 15 Novembre scorso, subito prima del referendum (e non ci sembra una casualità). Siamo molto preoccupati ed agitati, in quanto tale ed unica graduatoria in vigore, scadrà nell’imminente 31 Dicembre 2016 e fino ad oggi, a parte qualche notizia apparsa sui quotidiani nazionali ed agenzie di stampa, non è stata ancora ufficializzata la sua proroga per l’anno prossimo e ci auspichiamo, visto il danno arrecato, anche per il 2018 o fatta alcuna esternazione sempre in merito al suo futuro e soprattutto delle prossime assunzioni di noi Idonei VVF.
Oltre alla grande lentezza in cui si è svolta l’assunzione degli idonei civili al concorso, s’è lottato anche contro i VOLONTARI (discontinui e categorie assimilate), con tutto il massimo ed umile rispetto, che pur non avendo mai concorso, ambiscono alle assunzioni dirette. Oggi, che l’Italia è minacciata dal terrorismo, ha gestito grandi eventi come il Giubileo o affronta l’emergenza umanitaria dell’esodo di massa di migranti, è distrutta da cataclismi e problemi idrogeologici e che servono come il pane tali professionalità, magari assorbendole direttamente e facilmente da un’onesta e logica graduatoria meritocratica, ci si inventa un nuovo concorso affossando definitivamente 3000 giovani e le relative famiglie in trepida attesa. Ci siamo inutilmente spesi per i sacrifici della prova concorsuale, spese di viaggio, preparazione teorico-pratica, ansie e quant’altro, nonché per la lunga attesa e questo è l’esempio tipico del pressapochismo e cattiveria umana di chi ci governa e dice di SPENDERSI PER L’OCCUPAZIONE GIOVANILE.
Gli standard europei prevedono un vigile del fuoco ogni mille abitanti, rispetto all’Italia in cui il disagio all’interno nelle Caserme è percepibile e visibile agli occhi di tutti! Come mai non si trovano i fondi per incrementare l’organico potendo attingere a costo zero dalla nostra graduatoria in vigore? È una colpa, aver partecipato ad un Concorso Nazionale ed essere risultati Idonei ma non vincitori oppure viviamo in un mondo che non ci vuole più? Parliamo di circa tremila idonei, mica di numeri impossibili. Ci sembra quasi di dover elemosinare un lavoro, quando invece per noi è un sogno di una vita!
Abbiamo aspettato e continueremo ad aspettare in maniera “onesta” il nostro turno fino all’ultimo giorno. Ci auspichiamo che il 04 Dicembre, giorno di Santa Barbara, patrona del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco ci porti una bella notizia per le sorti di noi Idonei dimenticati. Infine, speriamo e ci auguriamo che quest’ennesimo disperato appello, venga recepito ed accolto da chi di dovere e che ci sia dato un segnale incoraggiante e determinato, scongiurando così la speranza di tantissimi giovani in cerca di occupazione di non dover essere costretti ad abbandonare la propria Terra.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure