Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 26 Novembre - ore 22.12

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Lettera: "Lerici, mancano visione d'insieme e amore per il territorio"

Lettera: "Lerici, mancano visione d'insieme e amore per il territorio"

- Scrivo per segnalare la situazione di degrado in cui versa il centro storico di Lerici. Siamo una famiglia originaria del luogo, e da sempre innamorata del Golfo, di cui siamo assidui frequentatori, un po’ per tradizioni che provengono dai nostri legami familiari, un po’ perché ne riconosciamo la bellezza semplice e autentica. Abbiamo una casa, acquistata negli anni Ottanta nel borgo lericino, proprio a ridosso dell’antico Castello, dove mia madre abita tutto l’anno. Così, ogni estate, con estremo piacere, percorriamo a piedi le vie di mattoni rossi che si inerpicano sul promontorio, un rituale che si ripete da anni.Con estremo rammarico, questa estate non ci siamo potuti esimere dal constatare che la sporcizia la fa da padrona. La zona sembra completamente abbandonata.
L’erba alta sbuca da ogni angolo, il che sarebbe niente, se non fosse che rischia di rovinare gli antichi muri, e diventa facilmente ricettacolo di sporcizia di ogni sorta. I rifiuti vengono puntualmente lasciati in giro, un po’ per maleducazione, un po’ per assenza di cestini per la raccolta. Gli operatori ecologici non si vedono, ho stazionato più volte in orari differenti nella speranza di incontrarne uno, ma niente. La segnaletica, che dovrebbe aiutare il turista, indicando la presenza di elementi di interesse storico/culturale, è pressoché assente.

Per non parlare della zona adiacente al Castello, fiore all’occhiello del Borgo marinaro, privo di qualsivoglia tentativo di valorizzazione e cura. La stradina che dovrebbe permettere al visitatore di godere della bellezza della fortezza lato mare, è inaccessibile, e lasciata in un totale stato di incuria. La stessa stradina, che dovrebbe condurre il turista verso le spiagge (vedi stabilimento di Ciccillo al Mare) è in parte priva di protezioni, quindi pericolosa, oltre che piena di rifiuti che emanano, soprattutto nel periodo estivo, un olezzo non proprio gradevole.
Non vi è una visione d’insieme che dia segno tangibile di amore verso il proprio territorio.
Non vi è dimostrazione di cultura, intesa come protezione del patrimonio già esistente.

A fronte di questa situazione, se vogliamo parlare di città e territori “intelligenti”, non possiamo fare a meno di considerare che qualsiasi approccio dovrebbe avere come naturale applicazione un diverso modo di governare il territorio a partire dalla partecipazione, che dovrebbe tornare ad essere lo strumento con il quale si disegna la città di domani, con il concorso di tutti.
Talvolta il senso civico, se carente, potrebbe venir stimolato da politiche sensate.
Basterebbe poco per generare modelli virtuosi, che diventino esempi da seguire in vista di una maggiore cura e di una migliore fruibilità dell’ambiente in cui tutti viviamo.

Valentina

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News