Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Domenica 20 Settembre - ore 23.44

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

La lettera: "La vicina è maltrattata dalla figlia. Possibile che nessuno possa intervenire?"

Lettere a CDS
La lettera: "La vicina è maltrattata dalla figlia. Possibile che nessuno possa intervenire?"

- Devo dire che ho provato di tutto. Da privato cittadino mi sono rivolto al Comune, alla Polizia Municipale, a Carabinieri e Polizia, al Tribunale.
Ma non sono riuscito ad ottenere ciò che mi ripromettevo.
E cosa cercavo? Facciamo un passo indietro.
Vicino alla mia abitazione vive una signora molto anziana malata da tempo che passa tutto il tempo a gridare dalla finestra alcuni nomi di persone che lei vorrebbe andassero a tenerle compagnia: la mamma, la sorella, la vicina. Ma, mentre per la prima non c’è niente da fare e la terza si è altamente stufata, la seconda non abita in zona e, comunque, a suo dire, non è affar suo.
Il problema è che la signora urla “aiuto, mammina, aiutatemi”. E questo non posso farlo passare sotto silenzio.
È chiaro ed evidente lo stato di disagio di questa persona. Disagio che può rappresentare un pericolo per se stessa e per i vicini, sapendo che è sola e che aziona fornelli a gas…
Ho chiamato anche la sorella, ma, prendendola non troppo alla lontana, se ne è chiamata fuori.
Il Comune ha incaricato alcune persone di un servizio di assistenza di recarle visita una volta a settimana, ma niente: la signora continua ad urlare “mammina aiuto”.
Il Comando della Polizia Municipale è intervenuto alcune volte ma si dichiara incapace di intervenire. Esattamente come hanno fatto Carabinieri e Polizia.
Ho perfino fatto un esposto al Tribunale!
Niente di niente.
Ma non è tutto.
Questa signora vive con sua figlia, non certo una bambina, che lavora, e che, quando torna a casa inveisce contro l’anziana madre con tutti i peggiori titoli, urlandole a squarciagola “ti ammazzo”.
Ora, al di là degli schiamazzi, ai quali i vicini sono sempre meno tolleranti, rimane la situazione di disagio della signora, che necessiterebbe di essere accompagnata in una struttura idonea, tale da garantirle l’aiuto necessario nel momento del bisogno.
Mi appello, tramite le vostre pagine a chi può intervenire.

RICCARDO PRATESI

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News