Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Venerdì 18 Agosto - ore 22.15

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

La lettera: "Inps sorda, dov'è la collaborazione con i cittadini?"

La lettera: `Inps sorda, dov´è la collaborazione con i cittadini?`

- In questa estate infuocata, ci sono Istituzioni sorde e per niente conciliabili con i cittadini e imprese. Sono note a tutti le difficoltà finanziarie, dei commercianti e artigiani, che incontrano nell'esercizio delle proprie attività. Per tale motivo, numerose sono le richieste di dilazione dei pagamenti di imposte e contributi Inps. Eclatante è il caso di una commerciante esercente la sua attività nel comune della Spezia, che a causa di temporanee difficoltà finanziarie, ha dovuto ricorrere negli ultimi mesi del 2016, alla richiesta di due dilazioni, per pagare i contributi personali Inps. Tutte le rate sono state onorate alle rispettive scadenze stabilite nel piano di ammortamento. Le stesse difficoltà finanziarie temporanee, si sono ripresentate per la prima rata del 2017. A seguito del mancato pagamento della rata, per il quale si sarebbe richiesto in seguito un ulteriore dilazione, viene inviato dall' inps di Sarzana una lettera che comunicava la revoca delle due dilazioni. Con l'Inps di Sarzana sono iniziate via pec richieste di informazioni per avere lumi, le risposte sono state tutt'altro che esaustive, richiedendo più volte un contatto telefonico. Il 02/08/2017 mi sono presentato, delegato dalla commerciante, alla sede inps di Sarzana per avere delucidazioni in merito e far presente di pagare la rata scaduta a maggio, ma mantenere le due rateizzazioni. A questo punto mi ritrovo a parlare con lo stesso funzionario autore delle pec inviate, il quale in maniera molto sbrigativa afferma “vi ho mandato due pec molto chiare e pertanto prendetene atto, e il saldo debito, verrà inviato a Nuova Equitalia”. Inoltre il sottoscritto pone una domanda molto semplice al presente funzionario in materia pensionistica, ma la risposta, breve e dura, è stata: “non sono addetto alle pensioni, pertanto non so rispondere alla domanda”. Scosso dall'accesa discussione tenuta con il funzionario, sono uscito dalla sede INPS, senza aver risolto nulla.Questa sarebbe la tanto sbandierata collaborazione con la PA quando sarebbe necessario un adeguamento del proprio comportamento a parametri di correttezza e servizio per il bene comune che dovrebbe rappresentare l'essenza stessa del pubblico dipendente, così come prescrive la Costituzione, che impone di svolgere le funzioni pubbliche con disciplina ed onore nonchè essere al servizio esclusivo della Nazione, ma questo sembra non esistere.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure