Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 23 Agosto - ore 22.30

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

La lettera: "Città in ginocchio dopo un ventennio di malgoverno"

La lettera: `Città in ginocchio dopo un ventennio di malgoverno`

- Un ventennio di malgoverno PD, ha portato una città in ginocchio, per cattiva amministrazione, degrado e spreco di denaro pubblico a cui si assiste. Nei dieci anni di governo Pagano e nel decennio di Federici, ormai a termine, se ne sono viste di tutti i colori, e se non bastasse, interviene anche l'ex senatore Forcieri, a dare manforte ai suoi colleghi di partito, invadendo il nostro piccolo porto, con migliaia di container, tali da far perdere, sia la connotazione prettamente turistica della città e la “qualità naturale” di Golfo dei Poeti, distruggendo le storiche marine, tanto care agli spezzini, togliendo spazio ad una necessaria spiaggia, Spezia è la cenerentola della Liguria. In questo “quadro d'autore”, sono rappresentati tanti avvenimenti, che hanno portato la nostra città ad essere costantemente, in posizioni retrograde, come risulta dalle indagini, sulla qualità della vita delle province italiane: a) lo scandalo nazionale di Pitelli, una collina martoriata, piena di veleni, a un passo dalla città, discariche disseminate ovunque, e se non bastasse, ora un progetto definitivo per utilizzare un'altra discarica in località Saturnia; b) l'impianto di Salicetti, molto discusso, nella sua regolarità eco-compatibile, costato più di 18 milioni di euro, con garanzia fideiussoria a firma del solo Comune della Spezia, e approvata dal Consiglio Comunale, senza il parere favorevole del Collegio dei Revisori; c) sulla sanità spezzina, a valutare questo importante settore che riguarda la salute, i migliori giudici sono gli spezzini stessi, che devono fare i conti con una sanità vergognosa dove ci si cura in altre regioni; un riscontro lo abbiamo anche dall' indagine sulla qualità della vita, fatta da un autorevole quotidiano, dove la nostra provincia si trova al penultimo posto della graduatoria; d) la disoccupazione giovanile e delle donne è al limite, la città è ferma e manca di spirito di iniziativa; e) le scelte del PD alla Spezia, sul commercio, sono state quelle di dare priorità alla grande distribuzione coop, esselunga e altri supermercati, uccidendo la piccola e media impresa, basta pensare alle dismissioni e chiusure di negozi di Piazzale Kennedy, e le perdite subite dai negozianti per la diminuzione di valore dell'immobile acquistato; f) gli avvenimenti più recenti, come Piazza Verdi e il Parcheggio sotterraneo davanti al comune, sono sotto gli occhi di tutti e non hanno bisogno di approfondimenti e commenti. Ma il fiore all'occhiello del malgoverno PD a La Spezia, spetta al disastro Acam, che ha prodotto quasi 400 milioni di euro di debiti e perdite per 100 milioni, in sostanza, tutto completamente a carico degli spezzini e provincia, con mutui fino al 2030. Pertanto è corretto affermare che alla Spezia c'è “la sagra delle impunità”: Pitelli nessun colpevole, idem per il disastro Acam, la Procura della Corte dei Conti di Genova è silente. Questo “quadro di autore” con tutti gli avvenimenti di cui sopra, andrà all'asta tra circa un anno, alle prossime elezioni amministrative, stiamo a vedere tra gli elettori, chi se lo aggiudicherà.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure