Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Domenica 05 Luglio - ore 18.12

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

L'Arsenale è il vero monumento spezzino

di Alberto Scaramuccia

Una storia spezzina
L'Arsenale è il vero monumento spezzino

- Qualche tempo fa, forse lo ricordate, la testata condusse un sondaggio fra i lettori, forse avete partecipato, per individuare quale monumento rappresenti la Spezia attuale, in una parola quale fosse a giudizio del pubblico il logo che immediatamente, al solo sentirlo, conduce alla località in cui è stato costruito. Dici Madonnina e pensi a Milano, se invece la parola è Eiffel o Tower Bridge ecco che ti vengono alla mente Parigi o Londra: l’opera come metafora della sua area geografica di cui diventa anche ambasciatore, ruolo che in questi tempi turistici conta non poco.
Era giusta anche la precisazione che l’indagine si rivolgeva alla Spezia moderna.
La prearsenalizia penso che la simboleggiasse più che bene il complesso francescano nel canalone di Fabiano: sorto di ridotte dimensioni, per la devozione popolare si era ingrandito al punto che al nome San Francesco fu aggiunto l’appellativo il grande per l’imponenza che aveva. Spesso m’immagino che al foresto, passeggero o viandante che fosse, giunto alla Foce, dell’antica Spezia si presentasse quale icona autorevolmente rappresentativa, e gradita, proprio il convento caro al poverello di Assisi.
Ma l’Arsenale lo fece sparire, effetto dei tempi nuovi, ed ecco allora la necessità di trovare un nuovo simbolo.
Nell’indagine della testata non ricordo che cosa prevalse, se il Castello o Garibaldi a cavallo.
Oggi, se all’indagine partecipassero anche le frotte di foresti che affollano le Cinque Terre, non c’è dubbio che i terrazzamenti avrebbero di gran lunga la meglio sugli altri competitor. Anch’io non esiterei a fare la crocetta sulle vigne dello sciacchetrà, se non altro per i benefici effetti economici che la loro presenza comporta.
Se, però, restringessimo il campo dell’inchiesta alla sola città, io, quantunque fan di San Giorgio e del Generale, opterei per l’Arsenale. Se mi si obiettasse che è una fabbrica, ribatterei che anche Mirafiori e il Lingotto lo sono, entrambi indicando un passato glorioso di Torino.
Il nostro stabilimento militare su cui sono intervenuto più volte nel corso di quest’anno per ricordarne il centocinquantesimo compleanno, a mio avviso, meriterebbe la palma del vincitore si effettuasse nuovamente quel sondaggio ed il motivo l’ho spiegato più volte: fu il volano che mise in moto il processo di industrializzazione che portò al grande miracolo economico che il Golfo vide fiorire sulle sue sponde tanti, purtroppo, anni fa.
Oggi che quel boom ci manca, magari rimpiangiamo che non siano venute altre possibilità di sviluppo, ma quello che siamo stati lo dice l’Arsenale Militare Marittimo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia
















Contagi e vittime sono in calo da tempo in Italia e i numeri del Covid sono quelli che si registravano a febbraio nei primissimi giorni della futura pandemia. Voi quali sensazioni avete oggi?











Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News