Genova 24 La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 29 Settembre - ore 19.40

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

José Saramago e i comportamenti umani

di Giacomo Casabianca

punto di vista
José Saramago e i comportamenti umani

- Sembra di essere in un libro di José Saramago; chi avesse già letto un’opera qualsiasi del premio Nobel portoghese, si renderà conto della verosimiglianza di ciò che trova scritto nelle pagine, se rapportato con la realtà. Una realtà dove un virus sviluppatosi in Cina arriva in tutti i continenti, infetta le persone, provoca morti e disordine. Una delle più grandi capacità di Saramago era quella di analizzare nelle più vaste sfumature i comportamenti umani di fronte a situazioni inconsuete; se questo genio della letteratura si trovasse in questo inizio 2020, che cosa vedrebbe?

Per prima cosa noterebbe una grande frattura all’interno dell’Europa, dove Paesi come Francia e Germania bloccano l’esportazione di materiale sanitario verso gli altri stati, dove vengono chiuse le frontiere interne, dove una delle massime cariche dell’Unione, una certa Christine Lagarde, provoca la perdita di miliardi per la Borsa di Milano in Italia. Sicuramente farebbe caso allo scienziato, nonché primo ministro inglese Boris Johnson, il quale non decide di applicare alcuna misura di prevenzione e che consapevolmente manda al macello una buona parte della sua popolazione invocando l’immunità di gregge, non rendendosi conto che l’unico caprone resta e rimane lui. Alzando leggermente lo sguardo, Saramago guarderebbe con tenerezza le scellerate decisioni prese dal presidente francese Emmanuel Macron, il quale invita la popolazione a rimanere a casa, ma allo stesso tempo non rinvia le elezioni comunali nel paese. Meno comprensivo sarebbe con i falsi politicanti italiani, che si recano all’estero per infangare la propria nazione o il governo di cui fanno parte. Sarebbe divertito, Saramago, nel vedere il modo in cui si muove con questa emergenza il Presidente americano Donald Trump, il quale, per usare un eufemismo, si rivela goffo, sgraziato e incompetente. Non si farebbe di certo ingannare dal falso e conveniente patriottismo che serpeggia in tutta la penisola italiana. Piangerebbe per tutti i bambini che muoiono congelati o annegati vicino all’isola di Lesbo, ma di cui purtroppo nessuno parla più.

Si commuoverebbe per la solidarietà che sta dimostrando la Cina verso il nostro paese, nel momento in cui si sta rialzando dal male che ha portato in grembo. José Saramago già nel 1995 scriveva di una cecità che colpisce e obnubila la mente degli uomini, che li porta ad essere un coacervo “metà di indifferenza e metà di cattiveria”. Aveva visto lungo, sì, aveva già capito tutto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia

























Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy
Impostazioni Cookie

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News