Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 20 Agosto - ore 22.50

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Il mandilo e la scosa, la moda delle donne d'altri tempi

di Bert Bagarre

Il mandilo e la scosa, la moda delle donne d'altri tempi

- Da un po’ anche a Sprugolandia gira il burqa, il velo integrale che lascia scoperti solo gli occhi che è indossato dalle donne di religione islamica. Quando il burqua passa, vedi tante teste che si scuotono mentre si girano a guardare. Anche a me, sono sincero, dà un po’ fastidio non vedere il volto delle persone. Dicono che pure i motociclisti che indossano il casco integrale nascondono le fattezze del volto, ma non mi sembra un paragone molto calzante perché se i riders si fermano per farsi una birra o se la Polizia chiede loro la patente, si scoprono e mostrano chi sono.

Invece, non mi scandalizzo assolutamente per il velo con cui le donne che osservano i precetti dell’Islam coprono i capelli e le spalle. Del resto, non si comportano nello stesso modo anche le suore e molte brave donne non mettono forse un velo in testa quando entrano in chiesa? È un’usanza antica in cui l’osservanza religiosa si coniugava con la praticità: con il fazzoletto sul capo la femmina intenta al lavoro sui campi si proteggeva dal sole o dalla pioggia. Senza scordare il vento che in altri tempi avrebbe scompigliato il crine alla bella se prima di salire sulla decapottabile non avesse annodava sotto il mento uno sgargiante foulard. Poi la moda si è modificata (fosse sempre uguale come potremmo essere alla moda?) ed ha imposto fogge diverse intervenendo anche sul linguaggio.

Per questo non so quanti a Sprugolandia sanno che la parola mandilo indicava il fazzolettone, spesso scuro, che le antenate mettevano sul capo. E, se lo sanno, quanti la dicono ancora? D’altra parte, er mandilo serviva quando i travagiavo nei campi e l’uomo, per proteggersi senza essere ostacolato nel lavoro, portava il baschetto o il fazzoletto annodato alle quattro estremità o un foglio di giornale. Ma il bello è che mandilo che crediamo parola troppo vecchia per essere ancora compresa nel nostro vocabolario, la usiamo normalmente quando diciamo che sul frack si porta il mantello oppure che la donna spagnola indossa la mantilla per essere più seducente.

Mandilo andava di moda quando la sprugolotta l’accoppiava con a scosa, il grembiule, che serviva a proteggere la gonna e a stropicciarsi le mani bagnate, mentre o scosadìn, il grembiulino, spettava a tutt’altra categoria di persone. Erano fogge di un piccolo mondo antico che pian pianino s’è ritirato in disparte lasciando la sua memoria solo in vecchi dagherrotipi appassiti dal tempo. Ma, se e quando li rivedi, quanta nostalgia ti fa venire la coppia con il mandilo e il giboneto, il panciotto allacciato fieramente sul petto per infilarvi dentro gli indici!

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia










Ecco lo Spezia 2018/19, che campionato farà?


































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News