Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 26 Giugno - ore 00.23

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia
Ultimo aggiornamento: 26/06/2017 00:24:11 Sezioni 89 di 96 Tutti i risultati >>

Il calcio è poesia - La leggenda del Chichi

Il calcio è poesia - La leggenda del Chichi

- Nonostante giochi nel ruolo più individuale del calcio, il Monumental e' riuscito ad avere parte in qualcosa di infinitamente più grande, con un senso di appartenenza che forse solo i sudamericani sanno trasmettere. Ha raccolto in una lacrima sola il saluto di una piazza e di una curva. Leandro Chichizola resta forse il portiere più forte della storia delle bianche maglie e se va con il rimpianto e con tanta leggenda alle spalle. Di quella che non puoi raccontare lì per lì ma che poi devi narrare; perché il calcio è e resterà sempre poesia, e per narrare di calcio si deve sempre partire dall'azzurro del cielo e dal verde del prato. Leggenda quindi è leggenda sia. Chichi dopo una giornata di campionato, derby con l’Entella, prima stagione allo Spezia, cerca un buen ritiro. Riposo, niente ritorno a casa, San Justo e dall'altra parte del Mondo. Amici questo si è magari voglia di divagare, la neve. Si, la neve, una giornata sulla neve a Cerreto Laghi ed una volta lì, il fascino di una tavola. Che per tante ragioni hai usato poco, ma siccome sei un portiere, un pò acrobata e saltimbanco di professione, ti viene voglia di usare. Tre ore spensierate a rotolarsi ed ad appoggiare le mani di continuo su quella signora bianca, non sempre morbida . Quando ti fermi le stesse mani reclamano attenzione. Molti tagli, una serie di piaghe, tutto normale se di professione facessi il portiere di albergo, meno se fai il portiere solitario di due pali ed una trasversale. Chichi riprende gli allenamenti e va cauto, fascia ma le mani che fanno male e pochi giorni dopo si gioca a Carpi. Lui a Nenad e Rollandi non dice nulla. Un problemino c'e' e non da poco. Nasconde un po' la cosa, ma quando è giorno di partita non può evitare la sfera, che perfetta com'è vuole attenzione. Che lui concede per tutta la partita, soffrendo un po’, fino a trovarsela davanti ad undici metri di distanza. Un rigore. Proprio il giorno di San Valentino del 2015. Ed e lì che il Chichi dimentica tutto, dolore compreso, e stoppa ad Inglese il tiro di rigore senza neppure scalfire la pelle che sotto quel guanti soffre. Finita 0-0 sul campo della capolista. A fine gara qualcosa dice ai compagni, anche perchè le due mani ora fanno male. Fa una settimana di mezzo riposo, si cura quello che doveva essere curato prima, ma quando è ancora giorno di partita, riscende in campo, nasconde ancora sotto i guantoni le ferite, e ripara un rigore a Ferrari contro il Modena. Basta questo per farne leggenda gli occhi dei tifosi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure