Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Venerdì 20 Luglio - ore 16.12

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Il calcio è poesia-L'uomo di Taunton Town

il primo mister esonerato nella storia dello Spezia

Il calcio è poesia-L'uomo di Taunton Town

- Tracce sparse, di un inglese giramondo, ben vestito, figlio di un calcio diverso. Uno che aveva giocato prima in Scozia, poi nel Luton Town, e poi era partito per Portogallo e Spagna, fino ad arrivare in Italia. Di tale James Board non sono rimaste molte tracce, se non le cronache del tempo, ma soprattutto quelle righe che lo indicavano come il primo mister silurato della storia aquilotta. Una storia che poi sarebbe proseguita senza sosta e senza remore, come calcio in segna. Nel 1929, con gli aquilotti per la prima volta in B, arriva questo personaggio un po’ scorbutico, non altissimo, pieno di nozioni e di idee. Si presenta con molti fogli nelle mani soprattutto da ex giocatore, nato pare a Taunton Town, nel Somerset. Board ha amici che lavorano nelle banche cittadine, ha seguito anni prima la tournè dei Wanderers, una squadra costituita da dilettanti d’Oltre Manica che vengono in Italia per giocare amichevoli. Gente che gioca bene ma anche pesante. A Board questo modo di giocare però piaceva ed invitava all’intervento deciso i suoi già negli allenamenti. Conduce i test special modo di mattina, invita i ragazzi a stare attenti al cibo che mangiano, a quei tempi una sorta di novità. Non passa inosservato in città, lo collocano proprio dalla parti del Croce di Malta. Ha un aiutante che per fortuna inglese non è, e lo affiancano ad una vecchia gloria, Attilio Maggiani. Avrà un’esperienza breve, fatta anche di serate chiuso in casa. L’8 febbraio del 1930 travolto dalle critiche, staccato dalla società e dai tifosi, che non riescono a dialogare con lui, arriva in sede di buon ora. Ha avuto l’ennesima lite con Maggiani, che mette sul tavolo le sue dimissioni, quelle che il club non vuole. Aspetta invece che l’inglese prenda il cappello e la valigia, e se ne vada. Board concorda solo di dire che è stato lui ad andarsene, ma poche ore dopo la comunicazione, i tifosi già sanno. E’ stato sollevato dall’incarico, da tutta la dirigenza; la cosa risulta strana perché lo Spezia non ha mai esonerato alcun allenatore. Board resta in città ancora quattro giorni poi va verso Ginevra e scompare, per sempre, dalla storia dello Spezia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia










Come ogni estate, non c'è un giorno senza sagre. Che ne pensate?

































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News