Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Giovedì 25 Maggio - ore 22.00

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Il calcio è poesia - Il mio miglior nemico

l'appello di Buffon

Il calcio è poesia - Il mio miglior nemico

- Il giorno che il cielo di Berlino arrivò sul Picco lui era tra i pali, proprio sotto la Curva Ferrovia. Lo riempirono di insulti. Non fece una piega. Alla fine anzi ammirò quella Curva, riconoscendo che avevano amato i loro colori, come lui amava i suoi. Luigi Buffon oggi ha quell’esperienza e quel’anzianità che ne fanno un saggio, un po’ come era Zoff a fine carriera. Gente che magari ritrovavi a giocare a scopone su un aereo con un presidente della Repubblica. Ma quella saggezza serve per trasmettere valori, per dare l’impronta di un domani, perché la gente del calcio è considerata l’uomo nel suo divenire. E’ l’uomo presente a se stesso, con ogni maglia addosso. E’ il gruppo in cui ogni voce è partecipe e singola. E’ il calcio ed il mondo che sarà. Per questo le dichiarazioni rilasciate dal portiere come invito ai tifosi bianconeri a rispettare la storia, qualunque sia, ancor di più se forgiata da campioni, è l’emblema del calcio che sarà, è l’orgoglio di avere una squadra ed una storia. Come quella degli eroi di Superga e del Grande Torino, come è Grande la Juventus oggi, senza confini con la storia. Perchè tra decenni le due squadra saranno ricordate fianco al fianco."Mi provoca ribrezzo e rabbia sentire torturare ancor oggi i nostri 39 angeli dell’Heysel -dice ancora il portiere bianconero- non macchiamoci delle stesse colpe. Siamo uomini. Dobbiamo distinguerci se vogliamo seminare qualcosa di duraturo e costruttivo per l’'umanità che arranca. Non accontentiamoci d’essere mediocri e vili solo per rifarci di uno sgarbo subito. In certe situazioni è meglio essere vittime che carnefici perché i carnefici saranno condannati dalla vita a strisciare nell'inferno della loro vacua esistenza. Le vittime patiranno il male subito, ma poi capiranno che essere diversi dai propri aguzzini darà forza e sicurezza per affondare la vita su valori autentici e per farsi portatori di bellezza, coscienza, rispetto, lealtà, senza precludere nulla alla competizione o rivalità. Tifosi della Juve, mi rivolgo a voi perché so di potermelo permettere dopo tutto quello che abbiamo condiviso insieme. Tifosi della Juve, fatemi essere veramente orgoglioso di voi perché se pensiamo e crediamo davvero che lo stile Juve rappresenti e indichi dei valori meritevoli ed assoluti che ci caratterizzano, non è concepibile profanare e violare la sensibilità di chi ha sofferto e soffre ancora: non insudiciamo affetti, sentimenti e ricordi. Un abbraccio a chi crede che, anche e soprattutto nello sport, sia necessario essere uomini di buona volontà. ora, domani, sempre e per sempre #finoallafine!!!".

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia










I SONDAGGI DI CDS

Mimmo Di Carlo in scadenza di contratto, vorreste vederlo ancora sulla panchina dello Spezia?































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure