Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 16 Luglio - ore 23.18

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Il boom spezzino di inizio Novecento conquista Marinetti e i futuristi

di Alberto Scaramuccia

Una storia spezzina
Il boom spezzino di inizio Novecento conquista Marinetti e i futuristi

- A giorni si terrà nella nostra città un’importante serie di eventi per ricordare quanto al futurismo piaceva la Spezia del primo Novecento al punto che Filippo Tommaso Marinetti la elesse a paradigma della sua città ideale. Nella Spezia s’incarnava la dinamica dei tempi nuovi che cancellava con prepotenza le cadenze di un mondo superato per imporre all’esistenza modalità caratterizzate da una velocità maggiormente accentuata. Insomma, Marinetti voleva condannare alla damnatio memoriæ un’epoca che lo sviluppo industriale aveva ormai definitivamente mandato in soffitta. Ci fu un elogio del nuovo che, a mio avviso, si sarebbe rivisto in quelle proporzioni oltre mezzo secolo dopo nella swinging London delle minigonne, dei Beatles e di una nuova mentalità che rivoluzionò le esistenti relazioni sociali.
Negli scorsi anni Sessanta come ad inizio Novecento il cambiamento ormai metabolizzato del modello economico sconvolgeva l’esistente imponendo una nuova visione della vita.
Ma perché allora Marinetti venne così affascinato dalla Spezia? Qual era allora il profilo sociale ed economico della nostra città? In anni in cui l’acronimo Pil era termine incomprensibile, il dato più eloquente per rappresentare lo stato di salute di un territorio, era il numero di quanti vi risiedevano.
Ebbene, nel 1908 (la Spezia conta allora quasi 70mila abitanti) una statistica nazionale fra le città in merito all’incremento demografico nell’ultimo ventennio, pone al suo vertice la Spezia con un brillante +59,380/00 staccando la seconda del ranking, Terni, di oltre 10 punti. La gente accorre in queste plaghe con un ritmo incessante che non conosce tregua tanta è la richiesta di manodopera, specializzata e non.
C’era lavoro e di conseguenza si creava ricchezza anche poi se questa, come sempre succede, non è ridistribuita con equità. Ma questo non inficia il dato produttivo che crea anche eccellenze di settore.
L’Arsenale vara corazzate costruite in un solo anno di lavoro, eguagliando i cantieri inglesi che erano al top del settore, un risultato che ha dell’incredibile. Il porto, anche se appena nato, acquisisce ogni giorno maggiore importanza proiettandosi con successo sullo scenario nazionale. Le fabbriche, tutte originate da capitale foresto, ma questo è il segno dell’attenzione con cui gli investitori guardano al Golfo, cambiano fisionomia assumendo dimensioni che le rendono competitive sul mercato internazionale.
Fiat-San Giorgio s’installa al Muggiano dove stava il balipedio della Marina permutando con quella l’area che aveva alla Castagna e lì costruisce sottomarini che conquistano il mercato internazionale, del Vecchio e del Nuovo Mondo. Vickers-Terni, l’odierna Leonardo, non ci mette molto per diventare protagonista negli armamenti. La venuta poco dopo dell’Ansaldo certifica la buona salute di cui gode il territorio che è appetito da capitale di rischio, società miste e holding. Tutto questo senza dimenticare l’elevato grado di professionalità raggiunto dalle maestranze spezzine che anche per questo assumono una maggiore consistenza politica determinando uno spostamento a sinistra nella gestione della cosa pubblica locale.
È in questo composito quadro che Marinetti s’innamora del Golfo il cui cielo, fra l’altro, è sempre più solcato da strane macchine volanti.

ALBERTO SCARAMUCCIA

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia































Lo Spezia 19/20 prende forma, secondo voi oggi è più forte o più debole del suo predecessore?











Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News