Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 15 Agosto - ore 20.47

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Ideali opposti, ma stessi prezzi per i goti

di Bert Bagarre

Sprugoleria
Ideali opposti, ma stessi prezzi per i goti

- Qualche aficionado mi accusa di privilegiare ciassa Brin a scapito delle altre piazze che si aprono nella landa bagnata dalla Sprugola.
Confesso la colpa. De-a ciassa sono partigiano spudoratamente sfacciato, ma che volete farci? Sotto le sue rondini sono nato e cresciuto prima di portarci i miei figlioli e viverci relazioni colme di passioni e sentimenti difficili da dimenticare.
E poi, a parte l’affetto personale, ne-a ciassa abitava (parlo di qualche lustro fa) una gente particolare che la dotava di un profumo speciale, tanto divisi per opinioni e ideali, quanto accomunati da un identico punto di partenza essendo tutti figli dello stesso umile ceppo, quello del lavoro duro. Tale era er travagio nella seconda metà dell’Ottocento quando ebbe inizio la grande migrazione dei barbari che per lavorare sbarcarono qua da treni e diligenze, senza dimenticare i cavalli di San Francesco: i mezzi del trasporto del tempo che da casa loro li trasportarono sino qua. Vennero, lavorarono sodo e con la loro fatica fecero crescere questa terra.
Ebbene, molti di loro si ritrovarono chiusi attorno a questa piazza creata dalla tumultuosa crescita di Sprugolandia. I nativi erano pochi, i bene abbienti ancora meno e chi stava qua, caratterizzò l’area di un carattere popolare che dipendeva dall’estrazione di tutti quelli che ci abitavano, l’origine ed il censo diventando il comun denominatore che baipassò le ideologie: apparentemente dividevano, ma in realtà non scalfirono la parentela derivante dalla stessa provenienza.
Quando don Camillo leticava con Peppone, nell’angolo delle vie Firenze e Napoli, c’era la locale sezione del Pci che funzionava anche come ritrovo per farsi un goto o una partitina a carte. Ad una quarantina di passi, nella traversa parallela, a circa quarantadue secondi, nell’edificio che ospita la Chiesa della Madonna della Salute, in via della Scorza c’è ancora un Circolo intitolato a Papa Giovanni in cui la gente si ritrova per farsi un goto o una partitina a carte.
Entrambi i ritrovi erano frequentatissimi la clientela essendo attirata dai prezzi molto modici che lì venivano praticati, favoriti in questo dalla normativa in materia e dal lavoro più o meno volontario di chi stava al banco.
Politicamente diversissimi avendo come riferimento due ben diversi partiti politici, pronti anche all’insulto il giorno dell’urna, i clienti di entrambi i circoli, quando erano stufi di stare nel proprio, andavano tranquillamente a consumare in quello del “nemico” sicuri di trovare pure lì ambiente e compagnia uguali ed anche, non dimentichiamolo, identici prezzi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News