Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Domenica 21 Luglio - ore 22.50

previsioni meteo la spezia
Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Instagram Città della Spezia

Grillo: "Parlamento esautorato sulla Legge di bilancio, come mai prima d'ora"

Grillo: "Parlamento esautorato sulla Legge di bilancio, come mai prima d'ora"

- Caro direttore,

quanto accaduto al Senato nei giorni scorsi ha dell’incredibile.
Dopo 27 anni trascorsi in Parlamento, dopo aver gestito in qualità di Sottosegretario al Bilancio la finanziaria del 1992 (governo Amato), quella del 1993 (governo Ciampi) e quella del 1994 (governo Berlusconi) mi sento di affermare che mai il Parlamento aveva subito una umiliazione per ciò che è accaduto il 22 dicembre al Senato.
Mai ad un ramo del Parlamento è stato richiesto di votare a scatola chiusa la fiducia su un maxiemendamento di 654 commi senza che sullo stesso si svolgesse un esame, un dibattito nella commissione competente, la commissione bilancio.
Voglio ricordare che tante altre volte nel passato il Parlamento ha lavorato di domenica, ha tenuto sedute notturne (nell’ottobre del 2002 quando si trattò di far approvare la legge obiettivo per rilanciare le opere pubbliche nel nostro Paese, per vincere l’ostruzionismo dei Verdi e di Rifondazione Comunista, la seduta della 8” commissione del Senato da me presieduta, iniziò i lavori alle ore 10 del mattino per finire senza interruzioni alle ore 5,30 del mattino successivo).
Tante volte le commissioni parlamentari hanno lavorato la vigilia di Natale e il giorno di Santo Stefano.
Perché, ci si chiede, il Governo “del cosiddetto cambiamento” ha esautorato in maniera così violenta il Parlamento proprio nel passaggio più qualificato quando cioè l’aula e le commissioni del Senato e della Camera sono chiamate a esercitare la loro funzione dibattendo e votando la legge più importante dell’anno?
Un esame attento delle norme inserite in questo provvedimento consentirà di capire meglio il perché di simile strappo istituzionale.

Fin d’ora è possibile rilevare che:
- siamo in presenza di un gruppo di dilettanti allo sbaraglio delegati dalla volontà popolare a governare un Paese difficile e complesso che, tuttavia, ancora oggi si colloca per potenza economica tra i primi dieci paesi al mondo;
- la legge di stabilità approvata a scatola chiusa dall’Aula del Senato più che una finanziaria, che dovrebbe dare l’indicazione di una politica economica da perseguire, appare una legge omnibus, un treno che passa oggi e sul quale tutti hanno cercato di salire per soddisfare le varie corporazioni;
- sono tante le micronorme inserite nelle 274 pagine dove dominano ad esempio assunzioni con posti riservati a categorie privilegiate;
- della disciplina sul reddito di cittadinanza e sulla riforma della legge Fornero non vi è traccia, tutto è rimandato ad altro apposito disegno di legge, volendo dire che anche su questi due cavalli di battaglia delle forze che sostengono il governo non è stato raggiunto fin'ora un accordo;
- non occorre essere economisti di rango per capire che una manovra che aumenta sensibilmente la spesa corrente in un Paese che ha seri problemi con il debito pubblico, una manovra che riduce gli stanziamenti per le opera pubbliche e gli investimenti in generale, una manovra così impostata non aiuterà il Paese ad essere più competitivo, non favorirà la ripresa economica, non potrà creare nuovi posti di lavoro;

C’è solo da augurarsi che l’avvio della campagna elettorale per le Europee - annunciata da Salvini – non sia l’occasione per altre decisioni demagogiche e populiste a tutto danno della stabilità economica, finanziaria e sociale del nostro Paese.

Luigi Grillo
ex senatore

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia









































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News