Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 15 Agosto - ore 15.53

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Etichette alimentari: guida alla lettura

di Erika Perini, biologa nutrizionista

Etichette alimentari: guida alla lettura

- Oggi parliamo di etichette alimentari e di quali scritte contenute nelle stesse sono utili per scegliere gli alimenti in maniera consapevole piuttosto che affidarci passivamente alle diciture “light” etc... che, molto più spesso di quanto si pensi, sono esclusivamente frutto di marketing.

Vediamo allora insieme quali sono le caratteristiche più veloci da individuare e leggere.

1) Prima regola è leggere attentamente l’elenco degli ingredienti. Questi compaiono in ordine decrescente per quantità il che significa che il primo ingrediente è quindi quello più presente. Verificando dunque la presenza e la posizione occupata dai singoli ingredienti possiamo avere una prima stima della qualità di un prodotto.
Cerchiamo di scartare prodotti che contengono ingredienti come margarine (anche di origine vegetale) oppure additivi vari. Come regola generale i migliori prodotti hanno pochi ingredienti e soprattutto vi dovete immedesimare nella preparazione di quello specifico alimento ovvero se so che il pane si fa con farina, acqua, lievito e sale non andrò a cercare di certo un prodotto che contiene anche latte, zucchero...
Riporto di seguito un esempio (fig. 1). Innanzitutto stiamo parlando di una crostata con marmellata di albicocche. A casa mia si prepara con pasta frolla (farina, burro, zucchero e uova) e marmellata di albicocche (frutta fresca e zucchero). Come vedete in questo prodotto abbiamo una sfilza di ingredienti e la presenza di alcuni (evidenziati) strinano.

2) Passiamo quindi alle tabelle nutrizionali (Fig. 2). Esse ci segnalano l’apporto energetico (espresso in Kcal) e le percentuali di proteine, carboidrati e zuccheri semplici, grassi e acidi grassi saturi, fibre e sodio (oppure di sale) riferiti a 100 g o 100 ml di prodotto. Spesso vengono riportati anche i valori riferiti ad una porzione.

Qui possiamo dire che a parità di prodotti privilegiate l’alimento con:
- Minor calorie;
- Minor quantità di “zuccheri semplici”: se un alimento contiene 37 g di zuccheri su 100 g vuol dire che per il 37% è fatto di zuccheri, quindi è sicuramente molto zuccherato e il suo consumo sarà da calibrare rispetto alle condizioni della persona e al suo stile di vita.
- Minor quantità di grassi e in particolare di acidi grassi saturi;
- Maggior presenza di fibre: all’incirca un 6-7g di fibre su 100g di prodotto sono da considerarsi un buon alimento;
- Minor presenza di sodio

3) Controllare sempre la provenienza e l’origine dei prodotti.

4) Controllare la data di scadenza.

5) Infine le condizioni di conservazione e uso: alcuni alimenti devono essere conservati in un determinato modo per consentire il loro mantenimento nelle condizioni migliori. Per esempio, un vasetto di marmellata può essere conservato a temperatura ambiente prima di aprirlo ma dopo l’apertura deve essere conservato in frigorifero.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Fig. 2
Fig. 1


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News