Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 17 Ottobre - ore 18.39

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Er barbeo de ‘na vota

Di Bert Bagarre

Sprugoleria
Er barbeo de ‘na vota

- Proprio doi setemane fa a dizevo dei barbei che i ne eno ciù come ‘na vota. Er barbeo aloa i-ea n’autra cosa; i-ea er tempio dove o te ciaceavi de-o Speza o sentivi i grandi parlare delle femmine che dicevano di frequentare. Su quanta verità fosse contenuta nelle loro asserzioni, ho sempre nutrito giustificati dubbi, ma intanto sentivo e a me fazevo ‘na cultüa, mentre er barbeo i me tagiava i cavei e me a me sfogiavo i magazines for men con le loro immagini di paradisi lontani e sconosciuti.
Vàlo a fae anchè dai cinesi o dai latinos.
Ma, aloa, era a Natale che più di ogni altro periodo ero impaziente di andarmi a fare la sfumatura, alta perché in casa non ne era ammesso di altro tipo.
A Natale le barberie erano sempre piene di clienti perché er barbeo gli consegnava il regalo: un calendarietto quasi minuscolo, da metelo ne-a sacheta, ma profumato e pieno di cipria, con un nastrino colorato che funzionava da segnalibro. Serviva per andare subito al mese in corso, ma ognuno lo posizionava sul mese con la signorina grandi firme preferita.
E sì perché ogni mese era corredato dal disegno voluttuoso di una donnina che, probabilmente per essere troppo cresciuta, non riusciva più a stare nei vestiti, ragion per cui ogni sua cosa saltava fuori. Era una benedizione per la vista perché quella figura, ma quanto era viva per noi cuccioli, rivelava quasi tutto quello che c’era da rivelare. Una tale esibizione apriva praterie ampie e verdi su cui scorrazzava indisturbata la fantasia di noi ragazzotti, ma penso anche quella di qualche bravo padre di famiglia che nell’almanacco del barbitonsore trovava l’unica possibilità di evasione.
A quel tempo funzionavano così i saloni, molti dei quali erano adornati all’esterno dalla colonnina bianca e rossa e blu che gira in continuazione, quella che le pellicole made in USA ci avevano abituato a vedere davanti ai negozi dove si acconcia il crine.
Che cosa successe nel prosieguo, non so: mi ha tolto la possibilità di assistere alle puntate successive l’avanzata del crine sulle spalle dettata dalla moda.
Però, confesso che provo ancora un po’ di nostalgia ogni volta che mi viene da ripensare a quando alla fine, al termine dell’operazione forbici e pettine, ma sempre prima delle pennellate con il borotalco e delle ripassate con lo spruzzatore del profumo, der barbeo si manifestava la vanità.
Per mostrare quanto professionale era, ti passava lo specchietto dietro la nuca perché si riflettesse sul grande specchio che avevi davanti, quanto era diritta la linea di quella sfumatura che oggi è così tanto distante: nel tempo e nella realtà.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure

Liguria News