Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Mercoledì 23 Agosto - ore 22.30

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Conoscere il cucciolo

di Juri Vergassola

Conoscere il cucciolo

- Piccoli, dolci, indifesi, da spupazzare, baciare, farci il bagnetto, proteggere , da non lasciare soli, da riempire di giochini.
No, e scusate la franchezza, il cucciolo non è solo questo. Il cucciolo è un individuo che viene al mondo già con un proprio carattere, con un Dna, una storia ed un bagaglio di informazioni acquisite durante la gestazione della mamma.
Ma il cucciolo è anche un foglio bianco che noi dobbiamo riempire, un soggetto che per molti aspetti dovrà affidarsi a noi, per l'educazione, l'esperienza, la socializzazione e molto altro.
Nonostante abbia un proprio carattere, la sua giovane età lo rende più esposto ai nostri insegnamenti, questa è un'arma a doppio taglio, perché verranno apprese molto velocemente le buone ma anche le cattive abitudini.
E' importante capire che durante la giovane età, un cane (come ogni altro individuo) mette le basi di quello che sarà, di come vedrà noi e il mondo che lo circonda. Le componenti sono due: il suo carattere e la risposta dello stesso ai nostri insegnamenti.
Procediamo con ordine, andiamo a vedere quali sono i cosiddetti “periodi dello sviluppo” o “periodi sensibili” nel cucciolo.

PERIODO PRENATALE- (dal concepimento alla nascita: 58/63 a 0 gg)
Attraverso numerosi studi si è arrivati a pensare che esista un periodo dove il cucciolo nell'utero materno riesce ad interagire con l'ambiente.
Consideriamo che il feto, 25 gg circa prima del parto, ha una competenza tattile, diviene ricettivo e quindi ha la capacità di rispondere ad uno stimolo, per esempio quando si accarezza il ventre della madre.
Insomma già prima di nascere il piccolo, attraverso la madre, è rispondente a stimoli positivi e negativi, quindi è fondamentale l'ambiente dove la madre vive la gravidanza.

PERIODO NEONATALE- (da 0 a 14 gg)
Questo periodo inizia con la nascita e si conclude con l'apertura degli occhi.
Il cucciolo ,in questa fase , è dipendente dalla madre per tutti i suoi bisogni, è cieco , sordo e non ancora indipendente sul piano motorio,inoltre non riesce da solo ad eliminare escrementi ed urina.
La madre, quindi , lo aiuta a compiere tutti i suoi bisogni e per il cucciolo è principalmente una fonte di cibo e calore.

PERIODO DI TRANSIZIONE-( da 15 a 21/28 gg)
Questo periodo è caratterizzato dalla maturazione del sistema nervoso centrale e dall'apertura al mondo esterno.
E' qui che il cucciolo comincia a conoscere luce e rumori, per urinazione e defecazione non dipende più dalla madre ed aumentano i momenti di gioco.
Inizia una fase di esplorazione attiva del mondo e comincia ad acquisire la “vista” . Il periodo di transizione si conclude con la maturazione del condotto uditivo.

PERIODO DELLA SOCIALIZZAZIONE- ( tra i 21/28 gg e i 18 mesi)
Questo periodo comincia con lo sviluppo dell'udito e termina con la pubertà, il cucciolo si separa dalla madre, impara la convivenza e dovrà adeguarsi a numerosi cambiamenti della sua vita.
Ed è proprio in questa fase che nascono parecchie delle incomprensioni tra uomo e cane.
Il cucciolo, in questa fase , dovrebbe fare le più diverse esperienze individuali e di socializzazione nella maniera più positiva possibile, in modo che il suo processo di abituazione ai molteplici stimoli presenti nella vita di tutti i giorni sia sempre in crescendo.
Una socializzazione corretta dovrebbe comprendere i suoi simili, umani (familiari ed estranei), oggetti di vario tipo (statici ed in movimento) e molto altro ancora.
Ovviamente la socializzazione va guidata, nel rispetto e nella tutela del cane.
Ci sono diverse accortezze, che gli addetti ai lavori vi potranno dare.
Un esempio pratico. Se all'arrivo di un cucciolo la nostra casa si trova in una tranquilla strada di campagna, con attorno spazi verdi, sconfinati, e se semplicemente per abitudine le nostre passeggiate saranno nei dintorni, dove le persone e gli altri cani sono pochi, sempre gli stessi, dal momento che avessimo la necessità di trasferirci in pieno centro città, per il nostro cane, è molto probabile che il cambiamento sarà difficile e poco comprensibile.
Semplicemente perché “non conosce” quel tipo di ambiente, deve appunto abituarsi a qualcosa di nuovo e sconosciuto per lui.
Il consiglio che mi sento di darvi, è di cercare di far provare al vostro amico a quattro zampe diverse esperienze, senza esagerare, ma con misura e costanza, in modo che abbia una buona esperienza per potersi sentire sicuro di sé nelle diverse situazioni.
L'interazione con gli altri cani non va limitata, ma gestita anch'essa nel migliore dei modi, cosicché il vostro cane possa accrescere le competenze adatte per comunicare con i suoi simili.

Ringraziandovi per il vostro interesse vi do appuntamento a domenica prossima.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure