Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Sabato 18 Novembre - ore 09.00

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

Brogi: "Servono reparti inquadrati, cittadini onesti non temono divise"

Brogi: `Servono reparti inquadrati, cittadini onesti non temono divise`

- Ormai sono sempre più forti le richieste di aiuto da parte dei residenti di alcuni quartieri della città che, più di tutti, vivono situazioni di anarchia dovute all'assidua presenza di cittadini extracomunitari regolari, irregolari ed in attesa di protezione internazionale.
I numeri sono chiari ed il problema è sotto gli occhi di tutti, dovuto principalmente a politiche miopi che hanno creato dei veri propri ghetti fuori controllo, in cui il cittadino comune, ogni giorno, deve lottare contro microcriminalità diffusa - spaccio in particolare - reati di vandalismo, molestie e disturbo della quiete pubblica.

Sto parlando di alcune zone, nello specifico mi riferisco a Piazza Brin, vero e proprio ghetto cittadino, Piazza Saint Bon, Piazza Garibaldi, il quartiere di Pegazzano ed i Giardini Pubblici di Viale Mazzini.

In queste aree la politica non può girare la testa dalla parte opposta e chiudere gli occhi, ciò che accade è davanti agli occhi di tutti, bisogna mettere mano con interventi di ordine pubblico per garantire la sicurezza dei luoghi e l'incolumità dei cittadini
Queste zone, infatti hanno spesso fatto parte del "Tavolo tecnico per l'ordine e la sicurezza pubblica", ciò testimonia come esista un reale problema di ordine pubblico che non può essere soprasseduto.

Quindi se esiste un problema di ordine pubblico, bisogna usare i "Reparti inquadrati delle forze dell'ordine" per poterlo dominare ed eliminare. Mi riferisco nello specifico all'impiego del reparto mobile della Polizia di Stato, al Battaglione dell'Arma dei Carabinieri e ai Baschi Verdi della Guardia di Finanza, ovvero a quei corpi specializzati in materia di ordine pubblico. Non si capisce come mai non vengano impiegati, forse qualcuno ha paura di militarizzare la Città.

I cittadini per bene non hanno paura delle forze dell'ordine e della loro presenza, se fossero impiegati i reparti inquadrati, la cittadinanza intera sarebbe solo che contenta, nessuno teme le forze dell'ordine se è un cittadino onesto.

Questo permetterebbe anche un maggior presidio del territorio ad opera delle volanti della Polizia di Stato e dei Carabinieri, attualmente tre su tutto il territorio comunale che potrebbero meglio presidiare altre zone con funzione di prevenzione, lasciando ai reparti speciali le operazione di controllo di quelle aree.

Se poi, come è intenzione del centro destra, riuscissimo a potenziare il corpo di Polizia Municipale e a farlo partecipare congiuntamente con la Guardia di Finanza al controllo del territorio, passeremmo dalle attuali 3 pattuglie impiegate a 5, garantendo un servizio migliore e una maggior opera di prevenzione dei reati nella restante parte del territorio cittadino.

Ancora, bisognerà lavorare anche su una nuova ordinanza che vieti in determinati orari la somministrazione di bevande alcoliche in alcune di queste zone e che preveda l' aumento dei controlli per il rispetto delle regole nelle suddette aree.

Vorrei, infine anche esprimere il mio personale dispiacere nei confronti della volontà ministeriale di eliminare la Polizia Postale; considerando l'aumento esponenziale dei reati a mezzo internet (bullismo, stalking, pedofilia ecc..) ed in ultimo il caso "Blue whale challenge" che anche nella nostra Città, notizia delle ultime ore, avrebbe fatto due vittime tra i minori, con episodi di autolesionismo, la mia speranza è che tale reparto specializzato non venga toccato al fine di preservare un'eccellenza del nostro corpo di Polizia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure