Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Martedì 22 Agosto - ore 18.29

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

"Scortesia e pochi posti barca: perché tornare a Tellaro?"

`Scortesia e pochi posti barca: perché tornare a Tellaro?`

- Premetto che risiedo a Spezia e che la mia famiglia, dagli anni ottanta possiede un micro appartamento a Tellaro.
Purtroppo devo osservare che uno dei borghi più belli d’Italia è stato negli anni martoriato dalle varie Amministrazioni che si sono succedute.
Potrei citare l’orto dei limoni, la piazzetta, il molo d’attracco, sottoria, la piscina sulla scogliera, la libido dei parcheggi privati vista mare ecc.ecc.
Tuttavia negli anni la bellezza del luogo mi ha spinto a tornare sempre con moglie e figli, ho sopportato persino le indiscriminate aperture notturne di locali fracassoni oltre il lecito, la periodica fuoriuscita estiva di liquami fognari, l’eterna diatriba tra bagnanti e fruitori di barche all’interno della marina, e anche le intemperanze di alcuni (solo alcuni) indigeni arroganti. Pensando alla cultura dell’ospitalità di altre realtà italiane ho sempre osservato come, in un paese che ha vissuto e prosperato sulla vendita e sull’affitto delle case ai foresti, il concetto e la filosofia di accoglienza sia sintetizzato dal pensiero “che vengano pure che spendano ma che non rompano troppo i.…….”.
Quindi in un borgo di mare tra i più belli d’Italia, senza spiagge e dove i bagnanti vengono solo tollerati, l’attuale amministrazione ha pensato di limitare anche lo stazionamento e l’utilizzo di barche e canoe!
Probabilmente la situazione era negli anni sfuggita di mano, ma limitare il numero di posti barca a 35 e risolvere il problema delle canoe con una semplice rastrelliera mi sembra quantomeno leggermente semplicistico, e intravedo all’orizzonte, Gdf e Capitaneria permettendo, solamente una nuova fonte di guadagno per qualche residente di buona volontà, vedi noleggio natanti.
In sostanza mi sto chiedendo, se non posso usufruire di una barca o di una canoa per raggiungere le spiagge dei dintorni, se sono tollerato alla marina, se devo sopportare la scortesia di alcuni, perché tornare a Tellaro, dove è di gran lunga più semplice intraprendere la strada del trekking in collina che quella della balneazione, sarei tentato di fregare qualche foresto vendendo la casa o affittandola, per poi investire il lauto guadagno in vacanze in vere località turistiche balneari.
So già che i commenti di una minoranza di tellarini sarà “che vada pure via e si tolga dal rompere il b…..” ma posso con certezza affermare che tutto sommato trattasi di un atteggiamento alla lunga autolesionistico.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure