Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
Telefono redazione La Spezia 0187 1852605
Fax redazione La Spezia 0187 1852515
PUBBLICITA'
Telefono pubblicita La Spezia 0187 1952682

Ultimo aggiornamento: Lunedì 21 Agosto - ore 11.54

Facebook Città della Spezia Twitter Città della Spezia Google+ Città della Spezia
Instagram Città della Spezia

"Muri imbrattati, in pochi minuti bruciati soldi della collettività" | Foto

Un cittadino scrive al sindaco e al giornale per denunciare i vandalismi in centro storico. Poi la proposta: multe più aspre e un "archivio dei tag".

`Muri imbrattati, in pochi minuti bruciati soldi della collettività`<span class=´linkFotoA1´ style=´color: #000´> | <a href=´/fotogallery/Muri-imbrattati-in-centro-citta-2192_1.aspx´ class=´FotoVideoA1´ style=´Font-size: 33px´>Foto</a></span>

- Gentile Sindaco,
Gentili Assessori

Questo è quello che è successo nell'arco di una notte, o meglio, nell'arco di pochi minuti probabilmente, nella zona tra scalinata Ettore Spora, scalinata San Giorgio e un tratto di Via XX Settembre: Muri di abitazioni private appena puliti e riqualificati, muri dell'Accademia "Giovanni Capellini", delle scuole private (anch'essi recentemente puliti) nonché i muri appena riqualificati della scalinata San Giorgio sono stati imbrattati. Stessa sorte, in versione accelerata, toccata a tutti quegli spazi riqualificati nell'ottima iniziativa a spese del Comune (e quindi di noi tutti) dell'anno scorso nel centro pedonale, e stessa sorte di quelle abitazioni che i privati cittadini hanno avuto la fatica, in termini di tempo e denaro, di pulire per rendere migliore il paesaggio cittadino ai propri occhi e a quelli dei turisti.

Nel giro di pochi minuti e al costo di una bomboletta, è stato tutto vanificato. Le firme, i tratti, sembrano ripetersi e la maggior parte delle volte sono sempre i soliti. Qui non si parla di graffiti, quella è arte che spesso migliora i muri invece che rovinarli. Qui si parla di vandalismo fatto non da artisti, ma da ragazzini vittima di protagonismo: frasi di adolescenti annoiati che si credono poeti, ma che la vita non l'hanno ancora vissuta. il risultato non è quello di avere sotto gli occhi una street art che anzi ha reso famosi quartieri di città italiane ed europee, ma solo i classici "tag" che rovinano edifici e scorci.

Io scrivo per chiedere di inasprire le multe per chi si diverte a rovinare la proprietà altrui e i beni collettivi, io scrivo per segnalare (magari già esistente anche a Spezia) che in alcune città è stato creato un "archivio dei tag", per permettere, una volta preso l'autore, di associarli tutte le scritte rinvenute a sua firma, e sopratutto scrivo per suggerire quella che potrebbe essere la prima risposta per una manutenzione e dissuasione efficace: perché non prevedere un accordo che permetta un intervento rapido e automatico di ripristino sui muri di proprietà dei firmatari, da parte di una squadra dedicata.

Se tra questi firmatari fosse presente il Comune con le sue proprietà (scuole, abitazioni, musei, beni pubblici) Autorità portuale, i privati cittadini amministratori di condominio o di negozi che desiderino partecipare, eventuali banche ( si pensi alle filiali sul territorio), la Curia (con le proprie Chiese e proprietà) ed altri enti o aziende che abbiano una dislocazione sul territorio, a fronte di una quota periodica di sottoscrizione, si potrebbe avere una rapida e capillare cancellazione delle innumerevoli scritte che appestano la città e potrebbe essere l'azione più efficace per disincentivare gli autori degli sfregi. Perchè anche di fronte alle telecamere sembra non esserci ripensamenti, come testimoniano i muri rovinati sotto l'occhio delle stesse. Nel frattempo che si cerca una soluzione, la città è sempre più invasa dalle scritte, e ogni iniziativa pubblica o privata è presto resa vana e derisa nel giro di pochi giorni, perchè di questo si tratta, mancanza di rispetto nei confronti di Noi tutti.

Un cittadino

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Fotogallery

Notizie La Spezia








































Testata giornalistica iscritta al Registro Stampe del Tribunale della Spezia. RAA 59/04, Conc 5376, Reg. Sp 8/04.
Direttore responsabile: Fabio Lugarini.
Direttore editoriale: Armando Napoletano.
Redazione: Thomas De Luca, Chiara Alfonzetti, Andrea Bonatti, Niccolò Re, Matteo Cantile, Benedetto Marchese, Andrea Fazi.
Editorialisti: Salvatore Di Cicco, Paolo Carafa, Giorgio Pagano, Alberto Scaramuccia e Piero Donati.
Fotografo: Stefano Stradini.

Contatta la redazione

Privacy e Cookie Policy

Per la tua pubblicità su Cittadellaspezia sfoglia la brochure